Un nuovo Fondo di Garanzia (a carico di compagnie aeree e tour operator) che tuteli i viaggiatori nei casi di fallimento dei tour operator e di insolvenza delle compagnie aeree. E’ la proposta che Adiconsum, Adoc, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori hanno illustrato oggi durante l’incontro con il Sottosegretario al Turismo Simonetta Giordani, la quale si è impegnata, a nome del Governo, ad inserire la proposta nell’ambito del provvedimento legislativo sul turismo di fine anno.
“L’attuale Fondo, previsto dal Codice del Turismo, si è dimostrato in più occasioni del tutto inefficace, discriminatorio e incapiente a fronte di una cessazione improvvisa delle operazioni da parte di tour operator o agenzie di viaggi e senza nessuna copertura per le compagnie aeree, i cui passeggeri sono privi di qualsiasi protezione – scrivono in una nota le Associazioni dei consumatori – Per questo abbiamo proposto la costituzione di un Fondo, a carico delle compagnie aeree e dei tour operator, che possa garantire la totale copertura o riprotezione in caso di insolvenza, fallimento o rimpatrio di emergenza”.
Le Associazioni dei consumatori sottolineano il fatto che “si tratterebbe di un notevole passo avanti nella tutela dei cittadini, che in questo modo sarebbero garantiti a prescindere dalla modalità di acquisto del proprio titolo di viaggio”. “Sarebbe opportuno, inoltre, cogliere l’occasione per riformare anche il sistema di amministrazione del Fondo – che attualmente risulta eccessivamente complesso e farraginoso – istituendo prima di tutto un Comitato unico di gestione”.
Le Associazioni hanno apprezzato la disponibilità della Sottosegretaria ad aprire un tavolo di confronto su questi temi e sul turismo in generale, condividendone la definizione di un’agenda comune. Inoltre, la Sottosegretaria si è impegnata, a nome del Governo, ad inserire nell’ambito del provvedimento legislativo sul turismo di fine anno, un’articolazione specifica sul fondo di garanzia.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)