treno bologna-ravenna

Quella dei pendolari è davvero una vita complicata, almeno in Italia. Quotidianamente si ha a che fare con qualche ritardo, con un guasto improvviso, con corse che saltano e che scompaginano le giornate di flotte di passeggeri. Succede al Sud, come al Centro e non fa eccezione il Nord. Non è la prima volta che Legambiente denuncia disservizi per chi parte dalla stazione di Bologna in direzione Ravenna. E’ di ieri pomeriggio un episodio alquanto surreale: il regionale in partenza alle 16:06 da Bologna Centrale, in direzione di Ravenna viene annunciato prima in orario, poi con un ritardo di 15 minuti. Alla fine ne arriva un altro e i passeggeri vengono beffati dall’altoparlante.
Ecco i particolari della storia: verso le 16:20, al binario indicato dal tabellone, arriva un treno “Vivalto” che però ha i colori rosso e verde della FER (Ferrovie Emilia-Romagna, ora Tper) che di solito collegano Bologna con Ferrara. I passeggeri in attesa hanno pensato che forse FER aveva “prestato” un convoglio a Trenitalia per poter svolgere il servizio, visto che il tabellone continuava ad indicare al binario 11 il treno per Ravenna. Alcuni allora sono saliti fiduciosi sul treno, mentre qualcun’altro è rimasto a guardare il tabellone e all’improvviso arriva il contrordine: quel treno va a Ferrara.
Chi era salito fa in tempo a scapicollarsi per scendere e si inizia a cercare il treno per Ravenna. Ma si scopre che nel frattempo è stato cancellato. Si sa, la pazienza è d’obbligo per i pendolari italiani, e i nostri “eroi” non vedono altra soluzione che quella di attendere il treno dell’ora successiva e si recano in sala d’aspetto a cercare un po’ di refrigerio.
Giusto il tempo di arrivare in sala d’attesa che l’altoparlante dà ancora un’altra versione (mentre sui pannelli luminosi non c’è alcuna indicazione): è possibile prendere il treno delle 16:35 diretto ad Ancona, scendere a Castelbolognese e lì trovare una coincidenza per Ravenna. Qualche coraggioso ci prova, salendo su un treno già strapieno. Ma arrivati alla stazione di Castelbolognese l’amara sorpresa: la coincidenza non c’è. Rimane un dubbio: forse gli altoparlanti delle stazioni si divertono a fare scherzi ai passeggeri?
Yuri Rambelli, Presidente di Legambiente Bassa Romagna afferma: “Dopo il piano neve non vorremmo dover assistere ad un altrettanto sconfortante piano sole”.
 


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)