Con i social network i consumatori hanno una voce in più per denunciare le pratiche scorrette delle aziende. E’ successo con la compagnia aerea Volotea che fa pagare ben 15 euro a chi compra i biglietti sul sito e paga con carta di credito (Visa o Mastercard). I consumatori in massa hanno segnalato la cosa sulla pagina Facebook di Altroconsumo che chiamato in causa Antitrust e Bankitalia. Altroconsumo ricorda che per legge nessuna spesa può essere applicata al cliente, anche di un sito di commercio elettronico, che paga con una carta di credito o con qualsiasi altro strumento.
Non solo. Al fine di tutelare i consumatori, il legislatore ha previsto che il gestore di un sito, una volta fissato il prezzo di un certo prodotto o servizio, può solo ridurlo, decidendo di effettuare uno sconto se il pagamento avviene attraverso un determinato strumento.
Non è la prima volta che l’Antitrust interviene per sanzionare questa prassi. E’ successo alla Vueling e lo scorso giugno l’Autorità ha multato altre 5 compagnie aeree. E’ probabile che da ciò derivi un aumento dei prezzi di vendita, poiché le compagnie aggiungeranno al prezzo le commissioni di pagamento. Ma è meglio avere dei prezzi chiari e trasparenti che pratiche scorrette. Di certo il confronto sarà più agevole e  se è più facile confrontare è anche più facile che ci possa essere vera concorrenza e dunque che i prezzi, proprio per questo, si riducano nel tempo.
La lettera inviata da Altroconsumo all’Antitrust e Bankitalia

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)