Parte domani il progetto di alternanza scuola-lavoro con il quale il Gestore dei Servizi Energetici “adotterà” gli studenti della classi III e IV del Liceo Scientifico di Amatrice. L’8 e il 9 marzo si terranno le prime lezioni dei rappresentanti del GSE che, oltre a riguardare fonti rinnovabili, efficienza energetica e sviluppo sostenibile, introdurranno successivi laboratori e un campo estivo durante il quale gli studenti stessi potranno trascorrere alcune giornate di lavoro all’interno del GSE.

Il progetto, realizzato con il sostegno di ELIS, Consorzio formato da un’estesa rete di aziende italiane, rientra nel programma Alternanza Scuola-lavoro introdotto dalla riforma “La Buona Scuola”. L’obiettivo principale sarà il miglioramento della formazione degli studenti, l’integrazione dell’attività scolastica con quella lavorativa e l’innovazione del sistema didattico italiano.

Il GSE ha aderito con entusiasmo all’iniziativa “nella piena convinzione che questa possa rappresentare un concreto investimento sul futuro delle nuove generazioni”, dice il Gestore, “la collaborazione fra istituzioni territoriali, enti di formazione e imprese consente di ottenere risultati significativi non solo in tema di formazione, ma di prospettive occupazionali per i giovani”.

Dunque dall’8 marzo e fino a tutto il mese di aprile, i “Maestri di mestiere” (funzionari del GSE) stimoleranno la curiosità dei giovani studenti sul mondo della sostenibilità ambientale. In classe verranno illustrate tematiche quali le politiche energetiche globali, la struttura e il funzionamento degli impianti a fonti rinnovabili, nonché la cultura organizzativa e l’orientamento al mondo del lavoro.

Nella seconda e ultima fase, si terrà il Summer Camp presso le strutture ELIS di Roma, durante il quale i ragazzi saranno coinvolti in un laboratorio territoriale di una settimana per un progetto di realizzazione di un prototipo in linea con le attività istituzionali del GSE. Quest’ultima fase vedrà anche il coinvolgimento sinergico della Società Saipem S.p.A.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)