Si chiama V-Detector Viasat, l’applicazione sociale consente di rilevare automaticamente eventuali movimenti o rumori anomali all’interno del veicolo, segnalando alla Centrale Operativa Viasat la situazione di potenziale pericolo (aggressione, animale rinchiuso nell’abitacolo, bambini incustoditi in auto, persone anziane colpite da malore) per attivare tempestivamente gli opportuni interventi di soccorso.
Il dispositivo sosCall 2.0, un dispositivo di localizzazione satellitare e comunicazione di ultima generazione da collocare sul parabrezza del veicolo, è predisposto per la funzione sociale V-Detector (attivabile e disattivabile da smartphone con l’innovativa applicazione Viasat apps): attraverso il controllo volumetrico e sonoro dell’abitacolo, a veicolo fermo (anche a motore acceso), in caso di superamento di una soglia predefinita (basata su un algoritmo dedicato, sintesi di parametri di spazio, tempo e decibel) il sistema invia automaticamente una segnalazione di allarme verso la Centrale Operativa Viasat che attiva la comunicazione in vivavoce e gli opportuni interventi delle FF.OO e/o del Soccorso Medico.
L’applicazione V-Detector si presta a svariati utilizzi e in particolare alla prevenzione di casi drammatici come stalking, aggressioni, rapine e violenza sulle donne, minori incustoditi in auto, animali rinchiusi oltre tempo nell’abitacolo, malori improvvisi per categorie a rischio (anziani, cardiopatici…), nonché il rilevamento di esplosioni o colpi d’arma da fuoco.
Inoltre, l’installazione di sosCall 2.0 sull’autoveicolo consente di poter ottenere dei significativi sconti sulla polizza auto anche in una formula “all inclusive” (servizi sosCall 2.0 integrati nella polizza assicurativa).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

1 thought on “Da Viasat un dispositivo sociale anti violenza

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: