È stato rinnovato oggi a Milano l’accordo di collaborazione fra UniCredit e 13 Associazioni dei Consumatori di rilevanza nazionale. Le parti hanno confermato l’impegno reciproco a un confronto aperto e costruttivo per accrescere la tutela dei consumatori* e la soddisfazione dei clienti.

Il programma di collaborazione “Noi&UniCredit“, avviato nel 2005, ha consentito negli anni di focalizzarsi su temi di valore per i cittadini come trasparenza, semplificazione, educazione bancaria, inclusione finanziaria e conciliazione paritetica e di realizzare iniziative e strumenti concreti, quali ad esempio:

  • la Guida all’investimento consapevole che fornisce agli investitori spunti semplici e diretti per valutare gli elementi fondamentali di un investimento consapevole;
  • i 12 decaloghi “Le 10 cose da sapere su…”, che descrivono con un linguaggio semplice e accessibile gli aspetti da tenere in considerazione al momento della scelta dei principali prodotti bancari da parte di clienti e non clienti (mutuo, conto corrente, carte di debito, carte di credito, carte revolving, prestiti personali, cessione del quinto dello stipendio/pensione, banca multicanale, etc.);
  • percorsi di financial education veicolati con modalità innovative quali App e campagne su media e social network per favorirne la diffusione fra i consumatori e indirizzare scelte bancarie e finanziarie sostenibili, in particolare da parte delle categorie più vulnerabili quali giovani e anziani.

La collaborazione ha previsto inoltre l’avvio di un percorso di confronto virtuoso su normative di nuova introduzione nonché la condivisione con le Associazioni dei prodotti e servizi UniCredit più rilevanti in termini di innovazione e inclusione.

Nel corso dell’incontro Andrea Casini, Co-Head Italy UniCredit, ha messo in evidenza come “Il nuovo modello organizzativo di rete che abbiamo introdotto con Transform 2019 rafforza la specializzazione per bisogni della nostra clientela mantenendo al centro l’attenzione sulla soddisfazione del cliente e sulla qualità del servizio. Il dialogo costante e il confronto costruttivo con le Associazioni dei Consumatori, nel rispetto reciproco dei ruoli, rappresenta un ulteriore strumento per consolidare il rapporto di fiducia con i consumatori rendendo più forte la banca del presente e contribuendo a costruire la banca del futuro”.

*Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori e, da marzo 2018, Asso-Consum.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)