“E’ a dir poco vergognoso che Governo e Parlamento pensino a tassasse i poveri e chi non arriva a fine mese invece di aumentare le tasse sulle rendite finanziarie o combattere l’evasione”.  Così il Codacons commenta il sì pressoché unanime dell’Aula della Camera a tutte le mozioni sulle iniziative per armonizzare il sistema europeo dell’Iva. In pratica si impegna il Governo a promuovere in sede europea un’armonizzazione del sistema delle aliquote, eventualmente convergendo verso un’unica aliquota ordinaria ed eliminando o riducendo le differenziazioni nazionali in materia di aliquote ridotte.
“Nessuno all’interno del Parlamento abbia capito che aumentare  o eliminare le aliquote ridotte del 4% (tra le più basse d’Europa) o del 10% oppure ridurre il numero dei prodotti che usufruiscono di queste aliquote agevolate sarebbe l’ennesimo aumento di tasse a carico delle famiglie già ridotte sul lastrico, quel 24,9% delle famiglie che secondo i dati di ieri dell’Istat vive in una situazione di disagio economico” fanno sapere dall’Associazione secondo cui per uscire dalla crisi economica “l’unica possibilità è ridare capacità di spesa alle famiglie italiane più in difficoltà, cosa non certo possibile fino a che si tassano i consumi di beni necessari”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)