mano che tiene automobile

Le modifiche previste dalla riforma, compresa la previsione di un solo massimale per l’rc auto per ogni classe di merito, potrebbero portare alla riduzione delle tariffe. Così Adiconsum in audizione alla Commissione Finanze della Camera sul ddl di riforma dell’assicurazione auto.

Adiconsum «sostiene la proposta di legge sulle tariffe RCA formulata ed auspica che l’intervento del legislatore porti concretamente ad un accesso a tariffe più eque e trasparenti a ad una drastica riduzione del fenomeno dell’evasione assicurativa».

Il tema del caro tariffe RC auto è uno fra i più sentiti dai consumatori, ricorda l’associazione. E nonostante alcuni segnali di riduzione dei premi, i costi dell’Rc auto incidono in maniera significativa sul budget familiare e sono alla base anche dell’evasione assicurativa.

Nell’audizione alla Commissione Finanze della Camera di ieri, Adiconsum ha espresso «il proprio apprezzamento per le finalità del disegno di legge C. 780 di modifica degli artt. 132-ter e 134 del D. lgs. 209/2005 volto a ridurre/eliminare le disparità di trattamento esistenti tra residenti in aree diverse del territorio nazionale; creare un’offerta di assicurazione obbligatoria più equa ed equilibrata; far gravare sulle compagnie le differenze di sinistrosità e di efficienza liquidativa. Modifiche che, alla luce di una riforma complessiva del settore, dovrebbero portare alla riduzione delle tariffe Rc auto per i cittadini virtuosi».

costo assicurazione auto

 

Rc auto, come ridurre i costi

Adiconsum «accoglie con favore la proposta di un solo massimale per i premi assicurativi relativi a ciascuna classe di merito ponendo, in tal modo, rimedio, all’ingiustificata  disparità di trattamento degli assicurati in ragione della loro residenza e plaude alla previsione di ulteriori scontistiche per gli assicurati virtuosi. La riforma, tuttavia, non deve falsare le regole del mercato; è necessario prestare la massima attenzione e, se del caso, adottare le misure più idonee per continuare a garantire agli assicurati gli effetti benefici della libera concorrenza».

Caro polizza e sinistri

Uno dei motivi del caro polizza secondo l’associazione sta nella scarsa efficacia delle procedure di liquidazione dei danni da incidente stradale, così che a identiche tipologie di danno non corrispondono identici costi di riparazione.

Per rendere più ottimale la liquidazione dei sinistri, Adiconsum propone «l’introduzione di un tariffario nazionale per le riparazioni dei veicoli che tenga, tuttavia, in considerazione gli standard qualitativi dei centri di riparazione attraverso l’individuazione di tre livelli tariffari. Ciò permetterebbe di conferire maggiore uniformità anche ai costi dei sinistri su scala nazionale». La riduzione degli incidenti deve però andare di pari passo con la prevenzione, e per questo l’associazione sottolinea la necessità di investire su campagne di educazione stradale nelle scuole.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)