Il Consiglio dei Ministri ha approvato la legge di Bilancio. “Sarà un bilancio utile per sostenere il percorso della crescita e per proseguire nel percorso di stabilizzazione finanziaria del nostro paese”, ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Mesi fa si parlava in rapporto a questa sessione di bilancio di lacrime e sangue, di una situazione che non si sapeva come sarebbe stato possibile affrontare, abbiamo io credo invece una manovra snella, che sarà utile per la nostra economia”, ha detto Gentiloni durante la conferenza stampa, al termine della riunione.

Il presidente del Consiglio ha sottolineato alcuni punti della legge. “Il nostro primo obiettivo era di evitare l’aumento dell’Iva e l’introduzione di nuove tasse, gabelle e accise, obiettivo che abbiamo raggiunto, impegno che è stato mantenuto”, ha detto Gentiloni. “Il secondo obiettivo resta quello di promuovere il lavoro. Questa legge di bilancio vi contribuisce in modo significativo in particolare con misure rivolte ai giovani, che insieme al Mezzogiorno hanno sofferto in modo più evidente”. Terzo obiettivo, ha detto ancora il premier, è quello di incoraggiare il mondo delle imprese, la loro capacità competitiva, l’innovazione tecnologica. Quarto obiettivo della legge di bilancio “era mantenere l’impegno preso per il rinnovo, finalmente dopo quasi dieci anni, dei contratti del pubblico impiego”. Ancora: “Quinto obiettivo è quello di cercare di guardare alcuni aspetti più critici sul piano sociale” e “interveniamo rafforzando le misure sulla povertà, siamo intervenuti con il decreto sulle crisi aziendali, rilanciamo progetti per la riqualificazione sociale e ambientale delle periferie, introduciamo misure per la famiglia e ulteriori configurazioni di anticipi pensionistici ”. Infine un riferimento agli investimenti pubblici.

“Credo – ha concluso il presidente del Consiglio – che la Legge di bilancio sia una tappa importante nella strada che l’Italia sta facendo e confido che troverà il sostegno convinto del parlamento della maggioranza”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)