Sportelli di ascolto e sostegno per i cittadini in difficoltà con i crediti deteriorati. E un osservatorio sul credito deteriorato per il monitoraggio sul territorio nazionale delle attività di recupero crediti. Queste le iniziative lanciate da Adiconsum insieme a First Cisl. Negli ultimi tre anni, dicono le due sigle, le banche italiane hanno svenduto 115 miliardi di Npl e migliaia di imprese e famiglie in difficoltà sono state esposte al rischio di speculazioni e dramma sociale.

“Nell’ambito della Campagna “Adesso Banca!” – Manifesto per la tutela del risparmio e del lavoro, promossa da CISL e First Cisl, a cui Adiconsum ha dato la propria adesione, annunciamo la costituzione di una rete capillare, in tutte le sedi provinciali, di sportelli di ascolto e sostegno per le famiglie e le imprese assoggettate a procedure di recupero dei crediti da parte di soggetti diversi dalle banche in cui il debito era stato contratto, per evitare che vengano sottoposti ad abusi – ha detto Carlo De Masi, presidente di Adiconsum nazionale – Lo scopo degli sportelli è quello di far emergere se, tra i cessionari dei crediti deteriorati venduti dalle banche, vi siano soggetti adusi a comportamenti spregiudicati o, peggio, violenti, e di aiutare i soggetti più deboli a non cadere nella trappola dell’usura. Ricordiamo che Adiconsum da tempo gestisce, su incarico del Governo, il Fondo di prevenzione dell’usura e del sovraindebitamento, destinato alle famiglie. Attraverso il Fondo, Adiconsum collaborerà con altri soggetti istituzionali e con Banca Etica per aiutare anche le piccole imprese, meritevoli, in difficoltà”.

A livello nazionale, di concerto fra Adiconsum, Cisl e First Cisl, sarà istituito un osservatorio sul credito deteriorato allo scopo di monitorare i diversi comportamenti nell’attività di recupero crediti, verificando se sia internalizzata dalle banche creditrici o se, invece, sia gestita da soggetti diversi cessionari dei crediti, di fornire report puntuali sulle irregolarità riscontrate e sull’esito degli interventi a sostegno delle situazioni più disagiate. “Con questa iniziativa – conclude De Masi – Adiconsum e First Cisl pongono un altro importante tassello nel progetto di riforma avanzato dal manifesto AdessoBanca!, unica proposta oggi presente nel Paese, per riportare le attività di gestione del risparmio e di concessione del credito nell’ambito dei valori dettati dalla nostra Costituzione”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)