Educazione finanziaria, parte il 20 marzo la Settimana europea e mondiale (Fonte immagine: www.ebf.eu)

Parte il 20 marzo la Settimana europea dell’educazione finanziaria 2023, iniziativa annuale promossa dalla Federazione Bancaria Europea (EBF) e organizzata in Italia da FEduF (ABI) che – contestualmente alla Global Money Week dell’OCSE – sensibilizza i giovani di oltre 35 paesi europei sui temi centrali della cittadinanza economica, grazie a percorsi didattici che hanno l’obiettivo di avvicinare le giovani generazioni alla cultura finanziaria.

Global Money Week, il tema 2023: Pianifica i tuoi soldi, pianta il tuo futuro

La Global Money Week, che si svolge dal 20 al 26 marzo, è la campagna annuale globale dell’OCSE di sensibilizzazione dei giovani alle conoscenze e competenze finanziarie. Promuove l’alfabetizzazione finanziaria dei giovani con l’obiettivo finale di garantire che tutti abbiano accesso a un’istruzione finanziaria di alta qualità, apprendano questioni relative al denaro e siano in grado di prendere decisioni finanziarie intelligenti “che possano migliorare – si legge sul sito della campagna – la loro futura resilienza finanziaria e il loro benessere finanziario”. In 10 edizioni, a partire dal 2012, la campagna ha raggiunto oltre 53 milioni di bambini e giovani in 176 paesi nel mondo.

Pianifica i tuoi soldi, pianta il tuo futuro” (“Plan your money, plant your future”) è il tema ufficiale della Global Money Week di quest’anno, un tema che «mira a sensibilizzare sull’importanza di adottare un approccio responsabile, informato e lungimirante nel prendere decisioni finanziarie. Riconosce inoltre che il futuro benessere finanziario individuale è strettamente legato alla salute del pianeta e della società nel suo complesso» (Fonte: https://www.globalmoneyweek.org/)

 

La Settimana dell’educazione finanziaria in Italia

In Italia la Settimana dell’educazione finanziaria è organizzata da FEduF, la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio costituita dall’Associazione bancaria italiana. Vedrà per l’intera settimana circa 1.300 ragazze e ragazzi dal Nord al Sud Italia partecipare a una serie di iniziative che vedranno banche e Fondazione nei panni (informa una nota) di “coach per l’allenamento della “nazionale” italiana di educazione finanziaria, mettendo in campo i propri esperti  preparare gli studenti alla sfida italiana che determinerà il team che rappresenterà il nostro Paese alla finale europea del prossimo maggio”.

«Il successo della scorsa edizione, che ha visto il team italiano classificarsi al secondo posto su oltre 50.000 studenti alla finale dello European Money Quiz – commenta Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale di FEduF – è frutto del lavoro e della disponibilità degli insegnanti e della competenza e determinazione degli studenti e del supporto delle banche che hanno contribuito alla loro preparazione. È un risultato che testimonia come l’istruzione e la formazione non si debbano limitare a impartire conoscenze, ma debbano trasmettere curiosità, competenze e i valori fondamentali per indurre comportamenti corretti e responsabili, prerogative del nostro modello divulgativo per l’educazione finanziaria».

I tredici eventi online della European Money Week spaziano da “Abbasso gli stereotipi”, un percorso formativo sulle differenze di genere e gli stereotipi in economia, a “Pay like a Ninja” che sensibilizza i giovani sull’uso del denaro digitale e illustra i processi collegati alla dematerializzazione del denaro e le frontiere del digitale.

La Settimana Europea dell’Educazione Finanziaria si concluderà il 24 marzo con lo European Money Quiz, concorso europeo di alfabetizzazione finanziaria, promosso e coordinato in Italia da FEduF e giunto alla sua settima edizione, per favorire la nascita di una nuova cultura di cittadinanza economica a partire dalle scuole.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)