Il mercato dei pagamenti virtuali decolla, in barba allo scetticismo che, soprattutto in Italia, aveva contraddistinto queste modalità di pagamento. La possibilità di mettere le carte di credito più vantaggiose a confronto fra loro, individuando in pochi clic pregi e difetti di ognuna di esse, ha sospinto ulteriormente un mercato già forte e dinamico.
Nel mercato attuale capire quali siano le migliori offerte di carta di credito è sempre più difficile soprattutto adesso che sono nate nuove tipologie di carte che permettono all’utente di avere più o meno libertà nell’utilizzo del proprio denaro. È il caso, per esempio, del sistema di pagamento tramite carte revolving che permette all’utente di avere a disposizione del denaro che la banca mette in prestito e che, una volta utilizzato, il cliente dovrà restituire il mese successivo con degli interessi.
Ma questa è solo una delle tante tipologie di carte di pagamento esistenti: un consumatore che non abbia la necessità si spendere altri soldi oltre a quelli depositati mensilmente nella propria carta potrebbe ad esempio preferire una carta di credito prepagata anche a zero spese.
Con la carta di credito prepagata, infatti, il proprietario può immettere delle somme di denaro e utilizzare la carta per i pagamenti soprattutto online, con il limite di denaro che lui stesso ha depositato.
La carta prepagata è da considerarsi come un portafoglio virtuale che permette di tenere i propri risparmi sempre a portata di mano e di poterne usufruire sia in contanti (tramite gli sportelli bancari presenti nelle varie filiali) che on line, sfruttando così i vantaggi della moneta elettronica.
Ad ogni modo, la soluzione migliore per capire quale sia effettivamente l’offerta migliore rimane quella di confrontare le tante offerte esistenti e sulla base delle proprie esigenze, poter effettuare una scelta intelligente.
Con l’aiuto del portale di confronto tariffe SuperMoney abbiamo simulato il caso di un utente che voglia acquistare a zero spese una carta di credito prepagata dove mettere mensilmente 250 euro.
I primi tre risultati sono quelli delle proposte di Kalixa e Banca Popolare di Bergamo (per il circuito Mastercard) e Poste Italiane (per il circuito Visa): la prima è a costo zero, mentre le altre due hanno un costo ma irrisorio.
Nel dettaglio Kalixa offre una carta prepagata a costo zero dove è possibile immettere massimo 3 mila euro a ricarica e prevede una spesa massima di 9 mila euro; non è coperta da una polizza assicurativa per lo smarrimento o la clonazione e l’unico costo che prevede è pari a 1,75 euro per le commissioni applicate agli sportelli bancomat.
La seconda offerta è quella di Banca Popolare di Bergamo che con la carta conto Enjoy si posiziona al secondo posto come convenienza: la carta infatti ha un costo ma pari a 0,70 cent. Ha un canone annuale di 2 euro e permette una giacenza di denaro fino a 50 mila euro e una spesa massima mensile di 3.500 euro.
La terza proposta infine è quella della PostePay, la carta di credito già conosciuta del circuito Visa per le Poste Italiane: il costo è di 1,70 euro e neanche qui è prevista un’assicurazione che copra un eventuale

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)