palazzo chigi

Manovra al via nella notte e salvo intese

Piano cashless contro l’evasione e superbonus per chi paga con carta di credito. Tetto all’uso del contante, che scenderà prima a 2000 euro poi a 1000 euro a partire dal 2022. 600 milioni di risorse da destinare alla famiglia e 3 miliardi per il cuneo fiscale. Più la sterilizzazione dell’aumento dell’Iva. Sono alcune delle misure che entrano nella manovra approvata “salvo intese” nella notte, durante un Consiglio dei Ministri fiume che si è chiuso all’alba. Il CdM ha approvato una legge di bilancio da circa 30 miliardi e il decreto fiscale.

Lo stop agli aumenti dell’Iva senza alcuna rimodulazione delle aliquote impegna circa 23 miliardi. Dal 2021 ci sarà un bonus per i pagamenti con carta di credito in alcune categorie di spese. E arriva da settembre dell’anno prossimo l’abolizione del superticket in sanità.

Sulla soglia del contante, raccontano le cronache, c’è stata battaglia: alla fine si è arrivati a una mediazione che prevede una doppia discesa, 2 mila euro a partire dal 2020-2021 e poi un tetto a 1000 euro dal 2022.

Nel dettaglio, ecco alcune delle misure entrate nella manovra, secondo quanto risulta dal comunicato ufficiale di Palazzo Chigi.

 

euro

 

Stop aumento Iva

Cancellazione clausola Iva 2020. «Al fine di evitare un aumento delle imposte a carico dei consumatori, con ripercussioni sulla distribuzione e il commercio, gli incrementi dell’Iva pari a 23,1 miliardi di euro previsti a legislazione vigente per il 2020 sono stati completamente sterilizzati, senza ricorrere a interventi sulle rimodulazioni delle aliquote capaci di aumentare il gettito di tale imposta».

Lotta all’evasione fiscale

Il Governo mette in campo politiche di contrasto all’evasione e alle frodi fiscali.

«Si prevede un inasprimento delle pene per i grandi evasori. Si introducono misure per contrastare l’illecita somministrazione di manodopera e l’aggiramento della normativa contrattuale in tema di appalti da parte di cooperative o imprese fittizie, che in tal modo evadono l’Iva e non procedono al versamento delle ritenute sui redditi dei lavoratori. Si rafforzano le misure contro le frodi nel settore dei carburanti. Si implementa il contrasto all’evasione e all’illegalità nel settore dei giochi, attraverso l’istituzione del registro unico degli operatori del gioco pubblico e il blocco dei pagamenti per i soggetti che operano dall’estero senza concessione, anche attraverso l’istituzione dell’agente sotto copertura».

 

pagamenti elettronici cashless

 

Piano cashless

L’obiettivo è quello di incentivare il ricorso ai pagamenti elettronici, in un paese tradizionalmente molto legato all’uso del contante. Il piano prevede «l’introduzione di un super bonus da riconoscersi all’inizio del 2021 in relazione alle spese effettuate con strumenti di pagamento tracciabili nei settori in cui è ancora molto diffuso l’uso del contante, nonché l’istituzione di estrazioni e premi speciali per le spese pagate con moneta elettronica e sanzioni per la mancata accettazione dei pagamenti con carte di credito o bancomat».

Salute

Le misure del Governo prevedono la cancellazione del superticket in sanità a partire dalla seconda metà del 2020, con un corrispondente incremento delle risorse destinate al sistema sanitario nazionale.

Detrazioni

Nelle misure è prevista la proroga del bonus mobili ed elettrodomestici e un “bonus facciata” per le case. «Vengono prorogate le detrazioni per la riqualificazione energetica, gli impianti di micro-cogenerazione e le ristrutturazioni edilizie, oltre a quelle per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata a seguito di ristrutturazione della propria abitazione. Viene introdotta per il 2020 una detrazione per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici (il ‘bonus facciate’) per dare un nuovo volto alle nostre città».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)