Cibersicurezza, la Commissione europea chiede ai dipendenti di disinstallare TikTok (Foto di Solen Feyissa da Pixabay)

La Commissione europea chiede ai suoi dipendenti di disinstallare TikTok dai cellulari. Dopo che la notizia era circolata in mattinata sulla stampa, è arrivata la conferma dell’esecutivo europeo. L’organo di gestione interno della Commissione ha deciso di sospendere l’uso dell’applicazione TikTok sui suoi dispositivi aziendali e sui dispositivi personali registrati nel servizio della Commissione per i dispositivi mobili.

«Questa misura – spiega una nota di Bruxelles – mira a proteggere la Commissione dalle minacce alla cibersicurezza e dalle azioni che possono essere sfruttate per attacchi informatici contro il contesto aziendale della Commissione. Verranno costantemente riesaminati anche gli sviluppi relativi alla sicurezza di altre piattaforme social».

TikTok e la sicurezza informatica

Il provvedimento, prosegue la Commissione, integra le raccomandazioni rivolte al personale della Commissione affinché applichi “le migliori pratiche nell’utilizzo delle piattaforme social e sia particolarmente sensibile ai rischi informatici durante il lavoro quotidiano”.

«La Commissione si impegna a garantire che il suo personale sia adeguatamente protetto dalle minacce e dagli incidenti informatici, che assumono proporzioni crescenti. È quindi nostro dovere rispondere con la massima tempestività ai potenziali allarmi informatici – si legge ancora nella nota – La sospensione odierna è una decisione interna dell’istituzione ed è strettamente limitata all’uso dei dispositivi registrati nel suo servizio mobile».

TikTok è social network di proprietà cinese. La preoccupazione è legata dunque ai timori per la sicurezza dei dati. L’applicazione è stata già vietata sui dispositivi dei funzionari statunitensi e anche l’Olanda sta valutando un analogo divieto. Esplosa nel 2018, l’applicazione conta oggi oltre un miliardo di utenti nel mondo (Il Fatto quotidiano).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)