Piattaforme online, la fotografia dell’Agcom: ai primi post i big, Temu sbarca ed è già terza (Foto Pixabay)

Oltre 44 milioni di utenti unici hanno navigato online a dicembre 2023 per una media di oltre 65 ore. Ai primi posti dei siti visitati ci sono i big internazionali, da Google a Facebook ad Amazon. Fra i social media, spiccano sempre i primi posti di Facebook e Instagram del gruppo Meta. Mentre nel settore dell’e-commerce, se al primo posto c’è sempre Amazon, ancora in crescita, c’è da segnalare l’arrivo di Temu che era assente nelle precedenti rilevazioni e che, approdata da circa un anno nel mondo dello shopping online, ha superato in Italia i 12 milioni di utenti.

Sono alcuni dei dati relativi alle piattaforme online contenuti nell’Osservatorio Comunicazioni 1/2024 dell’Agcom, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Osservatorio che rileva i dati di tutto il settore comunicazioni, dalle tlc alla tv, dai giornali alle poste).

Piattaforme online, primi Google e Meta

Il quadro delle piattaforme online dice che nel mese di dicembre 2023 circa 44,3 milioni di utenti unici hanno navigato in rete, in media ciascuno per un totale di 65 ore e 43 minuti.

Ai primi posti della graduatoria si confermano l’insieme di siti web e applicazioni che hanno a riferimento i big player internazionali (Alphabet/Google, META/Facebook/Instagram, Amazon, Microsoft), seguiti da quelli di alcuni tra i principali gruppi editoriali nazionali (Cairo Communication/Rcs Mediagroup, GEDI Gruppo editoriale, Fininvest/Mondadori).

 

Agcom Osservatorio Comunicazioni 1/2024

 

e-commerce online, Temu già terza

Nelle piattaforme online di e-commerce si segnala, con quasi 39 milioni di utenti unici registrati a dicembre 2023, una crescita annuale pari a 712 mila visitatori.

Ai primi posti ci sono i siti e le applicazioni di e-commerce di proprietà di Amazon, con 37 milioni di utenti unici (in lieve crescita dell’1,4% rispetto a dicembre 2022), seguiti da quelli di eBay che ottiene 18 milioni di visitatori (in contrazione del -5,8%) . Al terzo posto arriva Temu, piattaforma attiva da poco più di un anno nel panorama mondiale che si è affermata rapidamente anche in Italia raggiungendo i 12,4 milioni di internauti.

 

Agcom Osservatorio Comunicazioni 1/2024

 

Social network e video on demand

Fra i social network, le loro app e le loro communities, l’Osservatorio registra, con quasi 39,2 milioni di utenti unici raggiunti nel dicembre 2023, una crescita su base annua sia dei visitatori (+624 mila) che del tempo da loro dedicato alla navigazione (21 ore e 26 minuti nel mese, circa 12 minuti in più rispetto a dicembre 2022).

Limitando l’analisi ai servizi di social networking, ai primi posti ci sono ancora i big con le piattaforme riconducibili al gruppo Meta: Facebook con 36,9 milioni di utenti e Instagram con 33,1 milioni di visitatori che ottengono, rispetto a dicembre 2022, una crescita rispettivamente dell’1% e del +4,5%. Altrettanto significativa l’evoluzione di Tik Tok (Gruppo Bytedance) e di X (ex Twitter) che hanno registrato, nel confronto con dicembre 2022, un incremento dei propri visitatori, rispettivamente, del 21,4% e 2,2%.

Il quadro si completa con i video on demand. Fra i servizi on demand a pagamento, a dicembre si segnalano 15,1 milioni di navigatori con una crescita (+169 mila internauti) rispetto allo stesso mese del 2022.

Ai primi posti ci sono Netflix, Amazon Prime Video e Disney +.

In media, nel 2023, Netflix registra circa 8,7 milioni di utenti unici in contrazione (-1,6%) rispetto al 2022 ed è seguita da Amazon Prime Video con 6,7 milioni di visitatori (+3,1%).

Disney+, con in media oltre 3,5 milioni di internauti, e Sky/Now, con utenti unici medi pari a 1,2 milioni, registrano una crescita rispettivamente del +2% e +16,4%, mentre Dazn (2,1 milioni di utenti unici medi) registra una flessione del -9,8% rispetto al 2022.

Aumenta su base annua il tempo di navigazione sui siti di streaming video on demand a pagamento: più 11,8% rispetto a dicembre 2022. L’analisi delle ore complessivamente trascorse dai navigatori sulle diverse piattaforme nel 2023 permette di osservare, seppure con diversa intensità, una complessiva contrazione per i principali operatori con la sola eccezione del servizio Now di Comcast/Sky (in crescita del 35,7%).

Nel dettaglio, Netflix da circa 376 milioni di ore nel 2022 passa a 360 milioni di ore nel 2023, registrando una riduzione del 4,1%; analogamente, anche Amazon Prime Video vede contrarre il tempo dedicato alla consultazione dei propri siti e applicazioni (-20,6%, da 69 milioni di ore nel 2022 passa a 55 milioni di ore nel 2023), così come Disney+ e Dazn, entrambe in flessione se si considerano le ore complessive trascorse dagli utenti sui relativi siti e applicazioni (che passano, rispettivamente, da 30 a 28 milioni di ore e da 9 a 7 milioni di ore di navigazione complessive dal 2022 al 2023).

Le piattaforme di video on demand che offrono servizi gratuiti registrano 35,4 milioni di navigatori unici collegati a dicembre 2023, in calo di 1,5 milioni. Nel 2023 fra le piattaforme video on demand gratuite quelle maggiormente visitate in termini di utenti unici medi mensili sono News Mediaset Sites (con 22,1 milioni), Sky TG24 (con 9,8 milioni) e RaiPlay (7,4 milioni). Il tempo di navigazione dedicato a questa tipologia di siti, lo scorso dicembre, ha superato 26 milioni di ore, registrando una flessione di oltre 1,6 milioni di ore rispetto a dicembre 2022.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)