Organizzare un viaggio in Australia

Bello viaggiare, che sia per motivi di lavoro, di studio o di piacere, è sempre entusiasmante. Ma quando bisogna andare molto lontano è fondamentale organizzarsi al meglio, come per esempio se si decide di partire per l’Australia, un continente diventato meta particolarmente ambita negli ultimi anni.

Quando decidiamo di partire, però, non bisogna dimenticare che si tratta di un luogo non solo molto distante, ma anche molto diverso: proprio per questo, abbiamo pensato di fornire una serie di consigli utili affinché il viaggio possa essere programmato in ogni dettaglio e avere successo.

Scegliere la stagione migliore

Quando si decide di andare in posti così lontani è importante anche stabilire il periodo in cui partire: una decisione che andrebbe presa innanzi tutto in base alla regione che si decide di visitare. Le stagioni australiane sono esattamente il contrario rispetto alle nostre, ma il clima può variare moltissimo in base alle differenti aree. Si riscontra infatti un clima desertico nella zona centrale occidentale, uno tropicale nella zona orientale, equatoriale a nord e, infine, temperato a sud. Nella zona desertica quindi fa generalmente caldo tutto l’anno, con temperature fino a 30° anche nei mesi invernali, mentre invece in quella equatoriale le stagioni sono due, e ben distinte. È importantissimo quindi studiare in precedenza dove si vuole andare per non farsi trovare impreparati.

Attenzione ai documenti

Altra cosa molto importante cui pensare prima di partire è il visto, documento necessario per riuscire a passare la frontiera. Esistono diverse tipologie di visto per l’Australia, fortunatamente tutti richiedibili anche online su siti come AUVISA, da scegliere in base alle proprie necessità di visita. Il permesso e-visitor, ad esempio, è nato proprio per i cittadini UE, è completamente gratuito e permette di entrare per diverse volte in Australia nell’arco di un anno. Il working holiday visa, invece, permette di lavorare nell’isola per un anno intero. Fondamentale, inoltre, è pensare anche a un’assicurazione sanitaria, perché se sfortunatamente dovesse succedere qualcosa bisogna sapere che in Australia le cure mediche sono piuttosto costose.

Organizzare gli spostamenti

Ma come spostarsi all’interno di un continente così vasto e molto più grande del nostro? Considerando la vastità del territorio sarebbe utile spostarsi in aereo, ma può essere davvero costoso e non consente di farsi un’idea sulla grandezza del continente. Per cui non ci resta che avvalerci dell’auto, se pur sempre cara, degli autobus o dei treni. Per brevi spostamenti il bus è consigliatissimo, ma se si vuole viaggiare bene e in grande è utile acquistare un Rail Pass: ne esistono diversi, di differenti prezzi e per varie tratte, in modo da poter scegliere quello più adatto alle nostre esigenze. Volendo, infine, si può optare anche per tour in autobus organizzati: bisogna solo scegliere quello che meglio si adatta ai nostri desideri e farsi trovare al punto di partenza.

Calcolare il costo della vita

Nel momento in cui si preparano le valigie per l’Australia bisogna tener presente che non è assolutamente un paese economico, e quindi anche il viaggio non è proprio adatto a ogni tasca.  Per cui, il consiglio è sempre quello di prenotare almeno il viaggio con largo anticipo, in modo da risparmiare e avere un costo massimo che oscilli tra i 1000 e i 1500 euro. Una volta lì, inoltre, i prezzi dei beni di consumo sono più o meno paragonabili a quelli italiani, quindi bisogna in ogni caso immaginare che una volta arrivati a destinazione anche la vita non sarà molto economica. In ogni caso, i prezzi come sempre tendono a variare di regione in regione e devono quindi essere sempre programmati in base alla scelta della destinazione.

Organizzare un viaggio in Australia può sembrare complicato, ma seguendo le indicazioni viste oggi si riuscirà preparare la propria vacanza più rilassati e con meno inconvenienti possibile.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)