A Natale tutti in viaggio verso casa. La destinazione preferita delle feste, il regalo davvero più bello per tantissimi italiani fuorisede, è infatti uno solo: il ritorno a casa. È un sentimento che coinvolge quasi metà degli italiani, perché trascorrere Natale in famiglia non è semplice per quanti vivono, lavorano o studiano in un’altra città o in un altro Paese.

Per il 70% dei connazionali che vive lontano a Natale c’è solo voglia di tornare a casa. Il flusso di italiani in viaggio verso la famiglia è stato analizzato dal sito Volagratis.com che ha preso in considerazione i giorni subito precedenti il Natale.Oltre il 50% dei viaggiatori che ha effettuato prenotazioni verso l’Italia – specifica Volagratis.com – si sposta all’interno degli stessi confini nazionali: tra gli aeroporti presi d’assalto per i rientri spicca quello di Catania, con un quarto degli sbarchi nazionali, seguito da quelli di Milano (15%) e Roma (12%). Al quarto posto ritroviamo la Sicilia con Palermo (8%), mentre a chiudere la “Top 5” c’è Napoli (5%). Tra le rotte più gettonate si confermano quelle verso l’isola sicula: Milano-Catania (23%) e Milano-Palermo (10%)”.

Il rientro dall’estero vede soprattutto il Regno Unito come paese di provenienza, seguito da Spagna e Germania. Nel dettaglio, scrive il portale, “sono soprattutto i “fuori sede” in Gran Bretagna ad avere bisogno di ritrovare il calore casalingo e il clima mediterraneo (20%), seguiti dagli italiani che si trovano in Spagna (13%) e Germania (10%). Il 9% degli italiani che si preparano per il rientro imbarcherà invece in Francia, mentre l’8% da un aeroporto dei Paesi Bassi”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)