Benzina ai massimi da sei mesi. I Consumatori: “Stangata di primavera” (Foto Pixabay)

Benzina ai massimi da sei mesi, col self service che supera 1,9 euro al litro e il servito superiore ai 2 euro. Sulle gite fuori porta, i ponti di primavera e ovviamente sui trasporti quotidiani torna a pesare il caro carburanti.

Nel fine settimana c’è stato un nuovo giro di rialzi sui listini dei prezzi consigliati dei maggiori marchi, evidenzia questa mattina Staffetta Quotidiana: “Salgono con forza le medie nazionali dei prezzi praticati alla pompa: la benzina in self service (media nazionale) torna sopra quota 1,9 euro/litro per la prima volta dal 19 ottobre, segnale non incoraggiante, in vista della driving season Usa. Sale anche il gasolio, a 1,81 euro/litro”.

Secondo la rilevazione di Staffetta, “sabato Eni ha aumentato di un centesimo al litro i prezzi consigliati della benzina e del gasolio. Stessa mossa per Tamoil, mentre per Q8 registriamo un rialzo di un centesimo al litro sulla benzina”.

Nuovi rialzi dunque per le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero delle Imprese e del made in Italy ed elaborati dalla Staffetta. La benzina self service si attesta a 1,908 euro/litro (+11 millesimi), il diesel self service a 1,809 euro/litro (+8).

La benzina servito è a 2,046 euro/litro (+11), il diesel servito a 1,949 euro/litro (+8). Il Gpl servito è invariato a 0,715 euro/litro mentre il metano servito a 1,325 euro/kg (-2).

Più alti come sempre i prezzi sulle autostrade: benzina self service 1,985 euro/litro (servito 2,245), gasolio self service 1,905 euro/litro (servito 2,172), Gpl 0,850 euro/litro, metano 1,473 euro/kg, Gnl 1,176 euro/kg.

Per i Consumatori è “stangata di primavera”

Naturalmente sono aumenti che non passano inosservati alle associazioni dei consumatori.

Per il Codacons “il rally dei carburanti, con i prezzi alla pompa che continuano a salire senza sosta, porta oggi un pieno di benzina a costare oltre 7 euro in più da inizio anno”.

Prosegue l’associazione: “Rispetto ai listini praticati nell’ultima settimana di dicembre 2023 oggi un litro di benzina in modalità self costa in media l’8,3% in più, mentre il gasolio è rincarato di circa il 5%. Questo significa che per un pieno di verde la spesa sale di 7,3 euro, che equivalgono a +176 euro annui ad automobilista ipotizzando due pieni al mese. Rincari che si presentano in occasione delle partenze degli italiani per i prossimi ponti, e che peseranno su chi deciderà di spostarsi in auto in occasione delle festività del 25 aprile e 1 maggio”.

«Il superamento della soglia di 1,9 euro per la benzina in modalità self è una stangata di Primavera della quale avremmo volentieri fatto a meno, un rialzo allarmante visto che rischia di riaccendere ulteriormente l’inflazione che già a marzo è schizzata all’1,3%, dal +0,8% di febbraio – afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – Lo sfondamento viene confermato dai dati medi regionali del Mimit pubblicati oggi secondo i quali solo in tre regioni, Marche, Veneto e Lazio, il prezzo della benzina self non ha ancora sfondato quota 1,9 euro al litro, mentre la Campania resta esattamente sulla soglia».

Per la benzina self il dato più caro è quello della provincia autonoma di Bolzano con un prezzo al litro di 1,946 euro. Al secondo posto la Basilicata con 1,936 euro/litro.

Quelli sui carburanti, aggiunge Federconsumatori, sono “rincari elevatissimi che pesano sulle tasche degli automobilisti, specialmente ora che, con il bel tempo, molte famiglie si organizzano per qualche trasferta fuori porta”.

L’associazione stima un aggravio di spesa diretto che varia da 72 a 81 euro l’anno rispettivamente per benzina e diesel. Ci sono però anche i rincari indiretti, legati al fatto che le merci in Italia sono trasportate per circa l’84% su gomma. Secondo Federconsumatori ci sono ricadute di quasi 80 euro annui a famiglia.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)