donna alla guida

Il Ministero dello Sviluppo economico convoca il tavolo sull’industria automobilistica. Ma le associazioni dei consumatori non sono presenti. E questo ad Adiconsum non piace: «Non può essere tavolo di confronto a 360 gradi senza la partecipazione delle associazioni Consumatori».

Automotive, 18 ottobre

Tutto scaturisce dall’annuncio pubblicato sul sito del Ministero, dove si legge che il Ministro Stefano Patuanelli ha convocato al MiSE, il 18 ottobre, il tavolo sull’automotive, per «avviare un confronto a 360 gradi su un settore strategico per il nostro Paese. Il tavolo sarà il luogo dove associazioni e sindacati potranno individuare i migliori strumenti per rilanciare il settore dell’automotive anche attraverso le opportunità messe a disposizione dalla mobilità ecosostenibile».

Poiché la mobilità sostenibile è argomento che interessa i consumatori, e Adiconsum ha lanciato qualche tempo fa una petizione in favore della mobilità elettrica, l’assenza delle associazioni consumeriste non è piaciuta alla sigla.

 

auto elettrica
Adiconsum lancia una petizione per la mobilità elettrica

 

I consumatori e la mobilità sostenibile

«Sorprende – dichiara Carlo De Masi, presidente di Adiconsum nazionale – il comunicato pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo economico che annuncia per il prossimo 18 ottobre l’apertura del Tavolo Automotive, senza convocare le Associazioni Consumatori.»

«Vogliamo sottolineare al Ministro Patuanelli – prosegue De Masi – che i consumatori sono direttamente coinvolti nella transizione dalla mobilità tradizionale a quella ecosostenibile, in quanto le scelte delle aziende automobilistiche ricadono direttamente sulle tasche dei consumatori. Ecco perché Adiconsum da anni si sta occupando della materia tant’è che è socia di Motus-E e fa parte del Comitato Scientifico di e_mob.»

In occasione della Settimana europea della mobilità, Adiconsum ha lanciato una petizione online sulla mobilità elettrica nella quale individua tre richieste centrali, considerate necessarie per attuare una mobilità sostenibile semplice e alla portata di tutti.

Prezzo ridotto della tariffa elettrica per ricaricare le auto, colonnine di ricarica veloci nelle stazioni di servizio e aggiornamento del Codice della Strada alla mobilità elettrica sono le tre richieste della petizione. L’associazione ora chiede al Ministro di convocare al tavolo del 18 ottobre anche le associazioni dei consumatori.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)