Nell’ambito di una conferenza stampa presso il Parkhotel Laurin di Bolzano il Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia – Sede di Bolzano ha informato oggi su diversi temi legati alle vacanze. “I consumatori europei che usufruiscono di servizi turistici godono di diritti unici a livello mondiale”, spiega Walther Andreaus, direttore del Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU) dell’Alto Adige che organizza il CEC a Bolzano.

“Grazie alla nostra esperienza ventennale, le nostre consulenti sono le esperte di diritto del turismo per eccellenza ed una vera e propria ancora di salvezza per i consumatori altoatesini e non solo, che hanno avuto un problema legato ad un viaggio o una vacanza”, prosegue Andreaus. 

Nell’esperienza del CEC, sempre più i consumatori fanno le prenotazioni delle vacanze online che riguardano soprattutto voli ed alloggi. I motori di ricerca veicolano gli utenti prima di tutto a portali di prenotazione, che ai consumatori semplificano la ricerca. “Ma spesso è più vantaggioso prenotare direttamente con la compagnia aerea, spiega Milena Favretto, consulente del CEC. 

Il settore del trasporto aereo è uno dei settori principali di intervento del CEC: nel 2018 le esperte del CEC hanno elaborato più di 2.000 richieste di informazioni e reclami relative ai viaggi in aereo. In passato il prezzo di un biglietto aereo comprendeva il check-in in aeroporto, il bagaglio gratuito fino a 20 kg, il bagaglio a mano e i pasti a bordo. 

Oggi prima di partire devo capire un sacco di cose”, spiega Milena Favretto: “Posso fare il check-in gratuito in aeroporto? Quali sono le dimensioni consentite per il bagaglio a mano? La tariffa include il bagaglio in stiva? A queste ed altre domande bisogna rispondere PRIMA di partire per evitare costi aggiuntivi.

La componente emotiva gioca un ruolo importante durante una vacanza e le aspettative non soddisfatte creano rabbia e frustrazione. Nella quotidiana attività di consulenza al CEC Barbara Klotzner viene confrontata spesso con queste situazioni: “Quelle che il consumatore percepisce come inadempienze dell’operatore non sono sempre tali: a volte sono fatti dovuti alle mancate o parziali informazioni richieste dal consumatore prima della partenza o all’errata valutazione del viaggio dovuta a delle aspettative non giustificate. Per avere in tali situazioni una possibilità di risarcimento è necessario reclamare immediatamente sul posto e raccogliere prove”, spiega l’esperta. 

Membro della rete ECC-Net, il Centro Europeo Consumatori è co-finanziato dalla Commissione Europea, dal Ministero dello Sviluppo Economico con il supporto della Provincia Autonoma di Bolzano e dalla Regione Autonoma Trentino-Alto Adige ed è gestito dal Centro Tutela Consumatori ed Utenti Alto Adige e dall’ADICONSUM a Roma.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)