Assicurazioni: raccolta premi in aumento nei primi nove mesi del 2018. I dati del bollettino statistico diffusi oggi dall’Ivass, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, dicono che nei primi nove mesi del 2018 la raccolta premi nei rami vita e danni del mercato assicurativo italiano è stata pari a 107,1 miliardi di euro, in aumento del 5% rispetto allo stesso periodo del 2017.

L’incremento è dovuto prevalentemente al settore vita, 80,6 miliardi di euro, in aumento del 5,8% (+4,4 miliardi di euro). Il comparto sta recuperando la flessione degli anni 2016 e 2017, grazie soprattutto ai prodotti a capitalizzazione, in crescita del 93% (+1,6 miliardi di euro), e alle polizze vita tradizionali, in aumento del 5,6% (+2,7 miliardi di euro). La nuova produzione vita aumenta di 4,9 miliardi di euro (+9,2%).

Il settore danni è cresciuto invece del 2,6% rispetto allo stesso periodo del 2017, con una raccolta premi pari a 26,5 miliardi di euro. La distribuzione delle polizze vita è avvenuta prevalentemente attraverso sportelli bancari e postali (il 60,7% del totale dei premi raccolti). È aumentata la distribuzione da parte delle Agenzie in economia e gerenze e dei Brokers mentre i Promotori finanziari perdono quote di intermediazione. Nel settore danni, si conferma il primato delle Agenzie con mandato (70,9% del totale danni e 84,3% della R.C. autoveicoli terrestri).

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)