“Non si può pensare di risolvere l’incremento degli abbonamenti dell’alta velocità con l’intervento delle regioni che dovrebbero erogare dei bonus per i pendolari”. treniQuesta la forte replica che Federconsumatori muove nei confronti dell’ipotesi di affidare alle regioni il compito riaccomodare la situazione. “Già in Italia la differenza tra Nord e Sud in termini di servizi è intollerabile, con una mobilità su rotaia che vede il Sud pesantemente disagiato e dimenticato. Questa soluzione vedrebbe di nuovo le Regioni più ricche tamponare i disservizi e la mancanza di intervento del Governo Nazionale, a discapito delle Regioni più povere”, commentano dall’associazione.

Ci saremmo aspettati, soprattutto da parte del Ministro Graziano Delrio, una presa di posizione forte, degna di chi veramente vuole governare e risolvere le problematiche. Ci saremmo aspettati un blocco degli aumenti e l’apertura di un tavolo di confronto tra i vari soggetti interessati alla problematica”.

Intanto, il 31 gennaio è in programma a Roma un’iniziativa nazionale alla quale parteciperanno parlamentari e rappresentanti delle istituzioni sensibili a tale questione e intenzionati a trovare soluzioni condivise ed attente ai diritti dei passeggeri. “Chiediamo al Ministro Delrio di unirsi al dibattito”, commenta Federconsumatori.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)