L’Autorità per l’energia ha rotto gli indugi emanando il provvedimento che stabilisce i rimborsi nelle bollette dell’acqua della componente tariffaria relativa alla remunerazione del capitale investito, dovuti dagli Ato di mezza Italia. “Finalmente l’Autorità per l’Energia ha chiarito chi ed entro quando dovrà restituire agli utenti la quota di tariffa relativa alla remunerazione del capitale abolita dai referendum“, commenta il Movimento Difesa del Cittadino, che sottolinea come “con questo provvedimento fortemente voluto ed atteso dalle associazioni dei consumatori l’Autorità ha rotto gli indugi dopo mesi di approfondimenti ed ha intimato formalmente agli Enti d’Ambito, rimasti sordi alle richieste degli utenti, di individuare la quota tariffaria da restituire entro 30 giorni, decorsi i quali detto importo verrà determinato forfetariamente in un’ottica di tutela degli utenti”.
L’elenco degli enti inadempienti è stato anch’esso pubblicato e ne fanno parte Ato delle Regioni Campania, Calabria, Emilia e Romagna, Sicilia, Lazio, Lombardia, Marche, Liguria e Molise. Per l’associazione gli enti, a questo punto, “devono provvedere immediatamente a predisporre la restituzione delle somme in mancanza della quale non si potrà che procedere davanti alla magistratura a tutela dei diritti dei cittadini e della corretta amministrazione di questi enti da parte di chi li amministra”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)