E.ON Energia migliora la qualità del proprio Call Center, posizionandosi primo tra gli operatori a capitale interamente privato, e al quarto posto assoluto, salendo dal settimo posto del semestre precedente. L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ha pubblicato di recente la “graduatoria di merito” riferita al 1° semestre 2013 e relativa al livello di servizio offerto dai numeri verdi dei maggiori venditori di elettricità e gas attivi nel Paese. Per quanto riguarda l’accesso al servizio, la performance di E.ON si è attestata al 95% per il call center dedicato alle famiglie e al 99% per il call center dedicato alle aziende, a fronte di un livello richiesto dell’Autorità dell’80%. Per quanto riguarda, invece, la qualità del servizio, il tempo medio di attesa prima di parlare con un operatore è invece risultato di 88 secondi per le famiglie e di soli 12 secondi per le aziende, rispetto a un limite indicato dall’Autorità di 4 minuti.
“Si tratta per E.ON di un risultato positivo che conferma e valorizza l’impegno portato avanti in questi anni nel miglioramento della qualità del servizio offerto ai clienti”, ha commentato Miguel Antoñanzas, Presidente e Amministratore Delegato di E.ON Italia. -Gli importanti risultati ottenuti sono il frutto del costante impegno di E.ON per fornire sempre più un servizio di qualità e per trovare nuove soluzioni che rispondano al meglio alle esigenze dei clienti”, ha continuato Miguel Antoñanzas. “E.ON intende instaurare con i propri clienti un rapporto di fiducia, dimostrandosi all’altezza delle aspettative e diventando quindi un partner affidabile”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)