Cinque giorni senza acqua potabile, dal 31 gennaio al 5 febbraio scorsi. Ma il Comune nega agli  utenti il risarcimento per il danno subito, e l’Unione Nazionale Consumatori del Lazio decide di promuovere una class action e azioni singole contro l’amministrazione. Il comune coinvolto è quello di Manziana, in provincia di Roma, dove durante l’inverno la rottura di una pompa di sollevamento ha causato l’interruzione delle fornitura di acqua da fine gennaio al 5 febbraio.
Spiega Riccardo Libbi, Coordinatore Regionale del Lazio dell’Unione Nazionale Consumatori: “Dopo una serie di incontri con una Delegazione dell’Unione Nazionale Consumatori del Lazio nei quali aveva manifestato una plausibile apertura a favore dei cittadini, il Sindaco del Comune di Manziana, nell’ultimo incontro di ieri, ha detto no alla proposta dell’UNC Lazio di riconoscere – in sede di accordo stragiudiziale – la somma di 500 euro a favore di ciascun utente a titolo di rimborso forfetario per il danno subito in occasione dell’interruzione della fornitura di acqua potabile verificatasi nel Comune di Manziana e Frazione di Quadroni, dal 31 gennaio al 5 febbraio 2012, a causa della rottura della pompa di sollevamento dell’impianto principale dell’acquedotto comunale”.
“Come al solito – prosegue Libbi – alle buone intenzioni iniziali non seguono mai i fatti concreti e ogni volta che un utente vanta un legittimo diritto e vuole ottenere giustizia contro l’inefficienza di un’amministrazione comunale o di un ente gestore di un servizio pubblico, come nel caso specifico il Comune di Manziana tuttora gestore unico del servizio idrico, non ha altra via che quella giudiziale: per questo l’Unione Nazionale Consumatori del Lazio ha già dato mandato ai propri avvocati di avviare le procedure per promuovere una class action e azioni individuali nei confronti del Comune di Manziana rimasto insensibile e inerte di fronte ai gravi disagi di tutta la popolazione (persone singole, anziani, famiglie con bambini in tenera età, malati oncologici e dializzati, portatori di handicap, ecc.) che per ben cinque giorni è rimasta senza acqua, senza riscaldamento e in molti casi anche senza energia elettrica”.
L’associazione ha dunque riaperto la raccolta delle adesioni dei cittadini di Manziana e Quadroni, titolari di un regolare contratto di fornitura idrica domestica per una o più unità immobiliari (anche seconde case) o per attività commerciali, artigianali, scolastiche, che intendono unirsi nell’azione collettiva nei confronti del Comune di Manziana per il risarcimento dei danni. L’assistenza legale è gratuita perché compresa nella quota di iscrizione dell’associazione. Informazioni al numero 06.37513801 o via email a  info@consumatori.info.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)