Azioni urgenti per affrontare le due grandi emergenze dell’Italia: quella istituzionale e quella economico-sociale. Ad elencare le priorità per i primi 100 giorni del nuovo Governo è stata l’Abi, Associazione banciaria italiana, che di recente ha elaborato  il documento “Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l’Italia ha di fronte”. Ora questo documento finisce sul tavolo dei 10 saggi nominati dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Lo ha inviato il Presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, essendo il documento programmatico con cui il mondo bancario sottolinea l’urgenza di intervenire per spezzare la spirale di negatività, che si sta scaricando sulle imprese, le famiglie, le banche e l’intera economia.
Patuelli oggi si è occupato anche dello sblocco dei pagamenti della PA alle imprese in un incontro con il Vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani. Taiani e Patuelli hanno convenuto che si tratta di una misura fondamentale, da adottarsi il più tempestivamente possibile per dare ossigeno alle imprese in un una fase particolarmente critica. Nel corso colloquio Patuelli ha sottolineato che dalla crisi si può uscire solo con più Europa. In questa direzione si inseriscono la necessità di dare uniformità alla regolamentazione finanziaria e il completamento delle procedure per l’avvio della Banking Union.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)