E.ON e Reckitt Benckiser hanno finalizzato un accordo che prevede prevede la sostituzione dell’impianto di cogenerazione di energia elettrica e calore (CHP- Combined Heat and Power) da 7,5 MW attualmente installato presso lo stabilimento Reckitt Benckiser nel sito di Mira, con un nuovo impianto di cogenerazione da 1,5 MW. La soluzione complessiva proposta sarà in grado di ridurre i costi energetici del 20% e le emissioni di CO2 di 4.300 tonnellate annue.

Grazie al maggiore livello di efficienza promosso dal nuovo impianto, il sito potrà, tra l’altro, concorrere all’ottenimento dei Titoli di Efficienza Energetica (Certificati Bianchi), che qualificheranno ulteriormente la sostenibilità del sistema adottato. In linea con la sostenibilità ambientale promossa, è previsto il riutilizzo dell’attuale impianto CHP da 7,5 MW che potrebbe essere ricollocato presso un altro stabilimento.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)