In vista del passaggio al mercato libero, novità in vigore da luglio del prossimo anno ma sulla quale i consumatori sanno ancora poco, A2A Energia, società commerciale del Gruppo A2A, ha incontrato ieri a Milano le associazioni dei Consumatori. L’obiettivo principale dell’incontro è stato quello di informare al meglio i cittadini sulle novità che interesseranno il mercato della luce e del gas dal prossimo anno e di illustrare le campagne di comunicazione che l’azienda ha realizzato, insieme a iniziative quali il protocollo di conciliazione siglato con le associazioni del Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti (CNCU).

L’iniziativa, informa una nota di A2A, ha fra i principali obiettivi quello di “informare al meglio i cittadini sugli sviluppi dello scenario energetico nazionale: secondo un’indagine condotta da Doxa per conto di A2A Energia, i consumatori non sono sufficientemente informati sulle differenze tra i servizi tutelati e il mercato libero, ed in particolare sulle modifiche che il prossimo anno interesseranno oltre 20 milioni di italiani”. La legge Concorrenza ha infatti previsto il superamento del servizio di maggior tutela dell’elettricità e del gas a partire dal 1° luglio 2019. Da qui l’incontro dell’azienda per veicolare, in collaborazione con le associazioni dei consumatori, le novità del mercato dell’energia “per far sì che le decisioni vengano prese con consapevolezza, informando in largo anticipo rispetto alle scadenze normative – spiega l’azienda – A2A Energia inoltre ha presentato le campagne di comunicazione volte ad informare i consumatori, al fine di aiutarli ad una scelta consapevole in vista del passaggio al mercato libero, ed ha anticipato in anteprima ai circa 50 rappresentanti delle 20 associazioni dei Consumatori presenti all’iniziativa un nuovo canale di contatto che presto verrà inaugurato a Milano e a Brescia per essere ancora più vicini agli utenti”.

A2A ha siglato un protocollo d’intesa ADR con le associazioni dei Consumatori riconosciute dal CNCU per la costituzione di un Organismo di Negoziazione Paritetica. La procedura offre una soluzione rapida, semplice ed extragiudiziale per la risoluzione delle controversie tra imprese e clienti. Il protocollo d’intesa ha previsto l’istituzione di un Organismo paritetico per la conciliazione delle controversie che vale per tutte le società e le partecipate del Gruppo che si occupano di fornitura ed erogazione di energia elettrica, gas, acqua e teleriscaldamento.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)