Al via la seconda fase del Portale Offerte per confrontare e scegliere le offerte di luce e gas. L’annuncio è dell’Arera, l’Autorità per energia, reti e ambiente, che rende noto il via libera alla nuova fase del sito gestito da Acquirente Unico, pubblico e indipendente, che dallo scorso luglio permette a famiglie e piccole imprese di confrontare e scegliere in modo semplice e chiaro le offerte di luce e gas.

Dopo che al suo avvio sono state inserite le offerte Placet (i contratti standard di facile confrontabilità), sono ora presenti anche le proposte del mercato libero che già erano state inserite volontariamente nel ‘Trova Offerte’, il precedente strumento di comparazione dell’Autorità, attivo dal 2009. Il vecchio sito di confronto viene quindi chiuso e non sarà più consultabile.

Con l’ultima tappa dello sviluppo, prevista entro la fine dell’anno, saranno progressivamente inserite le altre offerte esistenti sul mercato libero – spiega l’Autorità – Cittadini e imprese possono quindi comparare oltre 2000 proposte tra elettricità e gas, scegliendo tra offerte a prezzo fisso e variabile di mercato. Infine, come definito, in questa seconda fase sarà visibile anche la spesa annuale personalizzata per la maggiore tutela elettrica e tutela gas”.

Soddisfazione è stata espressa dall’Unione Nazionale Consumatori. “Finalmente, come richiesto dall’Unione Nazionale Consumatori fin dal mese di luglio, il Portale Offerte ora non include solo le offerte placet, ossia le offerte in cui le condizioni contrattuali sono uguali per tutti i fornitori ed a variare è solo il prezzo, ma anche quelle del mercato tutelato e quelle del mercato libero che erano presenti liberamente sul vecchio Trova Offerte – commenta davanti all’annuncio dell’Arera Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’UNC – Ora aspettiamo la versione definitiva prevista per il 1° dicembre 2018, in cui saranno presenti tutte le offerte disponibili sul mercato. Inoltre speriamo che le nostre richieste, inoltrate all’Authority, siano per allora accolte, come ad esempio quella di consentire al consumatore, attraverso un sistema di filtri, di poter scegliere anche cosa confrontare tra le diverse tipologie di offerta (tutela, libero e placet) sulla base delle proprie esigenze”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Direttrice di Help Consumatori. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, società e ambiente, bambini e infanzia, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Hobby: narrativa contemporanea, cinema, passeggiate al mare.

Parliamone ;-)