Continuano gli incontri sulle opportunità della banca multicanale nell’ambito dell’iniziativa “Facile&Sicuro”: oggi l’appuntamento è stato a Forlì, a Caserta e a Marsala. Informare, formare e tutelare il cittadino sull’uso dei nuovi strumenti finanziari è infatti l’obiettivo del progetto “Facile&sicuro, la banca multicanale” realizzato da Movimento Difesa del Cittadino (MDC), Adiconsum e Codacons in collaborazione con UniCredit nell’ambito di Noi&UniCredit, accordo quadro stipulato tra 12 Associazioni dei Consumatori e il gruppo bancario. Con la banca multicanale è possibile tenere il proprio conto corrente sotto controllo e usare i servizi bancari e finanziari tutti i giorni collegandosi a un pc, a uno smartphone o usando il telefono fisso. Secondo recenti dati del settimo rapporto su “La multicanalità delle banche” messo a punto dal Consorzio Bancomat con Abi emerge che siamo nel pieno della “rivoluzione” del mobile banking: i conti correnti abilitati ad operare via internet sono 17,3 milioni, in aumento di oltre il 12% rispetto al 2009. Di questi, 10,7 milioni sono esclusivamente online, più del doppio rispetto ai 4,2 milioni dell’anno precedente.
I nuovi servizi offerti dalla banca multicanale consentono ai cittadini di effettuare molteplici operazioni in modo semplice, veloce e sicuro e alle banche di poter dedicare più tempo ai propri clienti. Una corretta informazione consentirà di sfruttare tutti i servizi offerti,  in qualunque momento e da qualunque luogo provvisto di connessione ad Internet. Questo è un grande vantaggio anche per tutti i cittadini con disabilità che potranno effettuare molte operazioni bancarie direttamente da casa”, hanno detto Laura Piantoni, Responsabile della sede MDC di Forlì, Paolo Colombo, responsabile della sede MDC di Caserta, e Giuseppe Gandolfo, responsabile della sede MDC di Marsala.

“La sostenibilità di un’attività economica – dice Luca Lorenzi, Deputy Regional Manager Centro Nord UniCredit –  passa anche attraverso la crescita della conoscenza e della consapevolezza dei cittadini. Questo nuovo progetto, “Facile&Sicuro”, è un ulteriore strumento a supporto del nostro territorio. Un’iniziativa volta ad informare i consumatori circa i vantaggi della multicanalità in termini di sicurezza e facilità  di accesso ai servizi bancari e finanziari. Confermiamo così il  nostro impegno nelle attività di Educazione Bancaria e Finanziaria, sia in collaborazione con stakeholder chiave come le Associazioni dei Consumatori; che in autonomia con il Programma In-Formati che negli ultimi due anni, nella provincia di Forlì-Cesena ha coinvolto 1000 cittadini in 35 corsi per oltre 240 ore di attività formative gratuite”.
“Il progetto “Facile&Sicuro” nasce dalla volontà della banca di creare una economia sostenibile – dice Franco Felici Deputy Regional Manager Sud di UniCredit –  La conoscenza degli strumenti bancari e finanziari aiuta a dare consapevolezza ai cittadini nel loro agire quotidiano. In questa occasione informare i consumatori sui vantaggi della multicanalità in termini di semplificazione e sicurezza di accesso ai servizi  finanziari vuol dire anche accompagnare i cittadini verso un’innovazione di servizio. Siamo convinti, infatti, che rendere i consumatori più coscienti possa essere la strada per l’innovazione”.
“UniCredit – spiega Vincenzo Tumminello, Responsabile Settore Pubblico e Sviluppo del Territorio Sicilia di UniCredit – è da tempo impegnata nella realizzazione di attività e progetti volti ad accrescere la cultura bancaria e finanziaria delle comunità nelle quali opera e con essa la capacità, da parte dei cittadini, di realizzare scelte economiche consapevoli e sostenibili. “Facile&Sicuro” è un progetto che si inquadra in  quest’ottica. E’ un ulteriore strumento a supporto del nostro Territorio, il cui obiettivo principale è informare i consumatori circa i vantaggi della multicanalità in termini di sicurezza  e facilità  di accesso ai servizi bancari e finanziari. In questo l’Italia  è agli ultimi posti in Europa ed è invece ai primi posti nella diffusione dei cellulari e, in particolare, degli smartphone”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)