La Fondazione Consumo Sostenibile ha presentato, questa mattina a Bruxelles, nel corso della  seconda Conferenza Europea su Consumatori ed efficienza energetica una serie di proposte approfondite da interventi di esperti e rappresentanti della Commissione Europea e delle imprese in merito a:
– Il rafforzamento del ruolo dei regolatori e delle associazioni consumatori sia livello europeo che nazionale
– uno smart consumatore più informato per cogliere i benefici del libero mercato e delle nuove tecnologie per un risparmio di energia sulla propria abitazione
– il ruolo delle Autorità nazionali sulle tariffe affinché queste siano comparabili e siano impediti comportamenti speculativi o pratiche commerciali sleali
– il sostegno ai consumatori e alle famiglie più vulnerabili poiché il servizio dell’energia rappresenta un servizio universale da garantire al consumatore
– Incentivi all’efficienza energetica sulle abitazioni che possono consentire significati riduzioni dei consumi
– Il rafforzamento delle reti elettriche e del gas fra i vari paesi della UE per un effettivo mercato unico, reti che devono essere indipendenti dai produttori e dagli importatori
– Infine, un maggior coinvolgimento delle associazioni consumatori, in particolare, nella fase di elaborazione delle direttive, in quanto per meglio tutelare i consumatori, sono indispensabili regole precise e non generiche raccomandazioni.
Allo stesso tempo, la Fondazione Consumo Sostenibile ha chiesto alla Commissione europea un forte impegno per un mercato dell’energia competitivo e trasparente e il sostegno allo sviluppo del dialogo tra associazioni consumatori, imprese e regolatori.
 
La documentazione della Conferenza può essere scaricata direttamente su www.consumosostenibile.eu.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)