L’assemblea degli azionisti di risparmio di categoria “A” ha bocciato le delibere adottate da Fonsai nel giugno scorso nell’ambito dell’aumento di capitale da 1,1 miliardi di euro necessario al salvataggio della società nel’ambito dell’integrazione con Unipol. L’assemblea ha inoltre dato mandato al rappresentante comune della categoria, Dario Trevisan, di esercitare tutte le azioni legali necessarie ai fine dell’impugnazione delle delibere sull’aumento di capitale ma, allo stesso tempo, di “soprassedere, interrompere, rinunciare a ogni azione legale” qualora Fonsai accettasse di procedere alla conversione delle azioni di risparmio di categoria “A” in azioni di risparmio di categoria “B” nel rapporto di 1 a 177, previo pagamento di 13 euro per ogni azione di risparmio ‘A’ così da salvaguardarne il privilegio.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)