Il ministro Anna Maria Cancellieri deve dimettersi. A chiederlo è il Movimento Consumatori in riferimento alla vicenda che vede coinvolto il ministro della Giustizia accusato di aver intercesso per la concessione dei domiciliari a Giulia Ligresti. La Cancellieri sostiene di aver agito mossa da sentimenti ‘umanitari’ e ‘solidali’. Il Movimento Consumatori, che ha seguito sin dall’inizio la vicenda, ricorda al Ministro che la vicenda Fondiaria Sai ha coinvolto oltre 12 mila risparmiatori che hanno subito un danno di 251 milioni di euro.
Si avvicina intanto la scadenza del 4 dicembre, data della prima udienza e termine entro cui gli azionisti danneggiati si possono rivolgere a Movimento Consumatori per costituirsi parte civile per partecipare all’azione penale per falso in bilancio aggravato, aggiotaggio e manipolazione dei mercati, e chiedere il risarcimento dei danni ai componenti della famiglia Ligresti che non hanno ancora patteggiato, agli ex amministratori e responsabili civili.
Il falso riguarda i bilanci Fonsai e Milano Assicurazioni del 2010, pubblicati in data 28 aprile 2011, che contenevano omissioni (mancata o non corretta appostazione delle riserve tecniche per sinistri – somme accantonate ogni anno a copertura degli indennizzi/risarcimenti pagati dalla Compagnia assicurativa in quell’anno) per circa 538 milioni di euro che hanno causato un aggravio di deficit di circa 700 milioni di euro.
Per avere informazioni su come procedere alla costituzione di parte civile Movimento Consumatori ha attivato il numero verde 800150872 e l’email fonsai@movimentoconsumatori.it.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

2 thoughts on “Fonsai, Movimento Consumatori chiede dimissioni della Cancellieri

  1. Meglio che le associazioni dei consumatori facciano il loro mestiere senza fare politica, che spetta ai politici, eppoi neanche mischiare a beghe destabilizzanti promosse e sostenute da correnti dei partiti per uso interno.

  2. Tutti abbiamo capito come si difende il ministro Cancellieri…arrampicandosi sugli specchi.E’ inutile dire che lo stesso atteggiamento di comkprensione umana l’ha avuto in altri 110 casi e questa affermazione aggrava ancor più la sua posizione perché abusando del suo potere ha aggirato la Legge che deve avere un atteggiamento equalitario nei confronti di tutti coloro i quali soffrono come per esempio:Tutti coloro i quali avevano investito nella Fondiaria SAI tutti i loro risparmi in che condizioni di vita si trovano attualmente?Si è preoccupata di queste persone che hanno risparmiato stringendo la cinghia e facendo sacrifici tutti i giorni hanno creduto in una azienda che…pur di pagare liquidazioni di 3milioni e oltre per un solo anno di lavoro a SUO FIGLIO hanno messo sul lastrico 12000 risparmiatori.Fa bene helpconsumatori a informare il cittadino su questi soprusi altro che come dice COSTANTE (che evidentemente è un commentatore di parte) dice che non deve interessarsi di politica…amico questa non è politica questo è TRUFFA nei confronti dei cittadini (e dire che sono di sinistra)

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: