Si è concluso con la consegna dei diplomi ai quadri e agli associati di Federconsumatori Campania, il ciclo di incontri realizzati in Campania nell’ambito del progetto In-Formati, il programma nazionale di educazione bancaria e finanziaria di UniCredit. Nel corso degli incontri sono state trattate diverse tematiche: dai finanziamenti agli investimenti e prodotti assicurativi, alla previdenza complementare, agli strumenti di pagamento, ai servizi di Banca multicanale fino alla trasparenza, antiriciclaggio, privacy e usura. Il tutto nell’ottica di rendere i quadri e gli associati di Federconsumatori più consapevoli e capaci di effettuare scelte responsabili e sostenibili nel tempo.
“L’iniziativa – sottolinea Franco Felici (Deputy Regional Manager di UniCredit al Sud) – si inserisce nell’ambito di un più generale programma di interventi rivolti a tipologie diverse di destinatari, dai giovani delle scuole superiori agli studenti universitari, dagli anziani agli immigrati e alle organizzazioni no profit fino alle famiglie e alle imprese. Questi interventi rappresentano di fatto un esempio concreto dell’impegno di UniCredit nella realizzazione di un business sostenibile, in grado di creare valore nel lungo periodo per i clienti, i cittadini e le comunità nelle quali la banca opera”.
“Queste iniziative – dichiara Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori Campania – rivestono un’importanza ancora maggiore alla luce dell’attuale crisi economica che sta facendo sentire i suoi effetti in primis sulle famiglie. E’ quanto mai opportuno offrire conoscenze sempre più approfondite in merito alle materie bancarie e finanziarie, affinché i consumatori possano essere resi sempre più consapevoli e coscienti dei rischi delle loro scelte”.
Lo sviluppo della conoscenza e della fiducia dei cittadini rappresentano infatti, secondo quanto indicato dall’Agenda Europea del Consumatore 2012-2014, elementi imprescindibili per ridare slancio al mercato e favorire la ripresa economica.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)