Le festività natalizie alle porte si prospettano ghiacciate anche dal punto di vista delle partenze. Sono infatti pochissime le famiglie che si preparano a trascorrere il Natale fuori casa, in destinazioni esotiche o in settimana bianca. Le famiglie in partenza per vacanze, soprattutto brevi soggiorni di 1 o 2 notti, compresi quelli presso amici e parenti, si ridurranno infatti ad appena il 13,8%. È quanto emerge dai dati raccolti dall’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori.
Chi partirà, almeno, risparmierà sui regali: il 71% di coloro che hanno dichiarato di partire ha espresso inoltre l’intenzione di non fare regali.  Impressionante anche il calo rispetto allo scorso anno: secondo i primi risultati del consueto sondaggio a cura dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori relativamente alle intenzioni di acquisto degli italiani, i regali e auto-regali nel settore turistico registreranno un calo del -16% rispetto al 2012.
Unico dato in lieve controtendenza è quello relativo alle crociere, l’unico tipo di viaggio che conosce una leggerissima crescita delle prenotazioni rispetto allo scorso anno.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)