Nel nostro Paese le polizze Rca si attestano su cifre abbastanza elevate rispetto alla media europea, al fine di orientarci nel mercato assicurativo possiamo selezionare le offerte più competitive mettendo le assicurazioni auto del settore a confronto avendo cura di scegliere la polizza adeguata alle nostre abitudini.
Come è noto, il prezzo della polizza auto dipende dalla propria condotta alla guida, dalla scelta della migliore compagnia di assicurazione auto Rca e dalla propria città tra Nord, Centro e Sud Italia. Grazie al servizio di confronto SuperMoney scopriamo quali sono le offerte migliori di aprile in tre grandi centri italiani, Torino, Firenze e Messina.
Il profilo che consideriamo ai fini della nostra analisi è quello di un automobilista in possesso di una VolkswagenPolo (5ª serie, assortimento Comfort Line, 5 porte), con prima classe di merito (CU 1). Direct Line e ConTe.it si confermano le compagnie più convenienti.
Cominciamo con la città di Torino, dove la tariffa assicurativa con i costi più bassi è DirectLine. Questa polizza ha un costo annuo di 454,51euro. La seconda polizza che nel capoluogo piemontese si distingue per la sua convenienza è ConTe.it, l’assicurazione on line del gruppo Admiral, che propone un costo annuo di 620,43euro.
A Firenze, invece, le due polizze che presentano i costi più bassi sono nuovamente Direct Line e ConTe.it, che qui costano rispettivamente 477,02 euro e 596,50 euro all’anno.
A Messina il podio della convenienza rimane invariato rispetto alle due precedenti città. La differenza è il prezzo, qui decisamente più alto, a conferma dell’ormai noto gap tariffario Nord-Sud Italia. In particolare, Direct Line ha un costo di 707,36euro all’anno, mentre ConTe.it di 998,27euro.
La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)