C’è una serie televisiva che si chiama Desperate Housewives, le cui protagoniste sono quattro casalinghe. Non c’è niente da scherzare, perché queste quattro donne ne combinano di tutti i colori. E se per certi versi sono un po’ esagerate, d’altra parte ci sono degli aspetti della vita di una casalinga che non sono del tutto rosei, come ad esempio la gestione delle utenze di casa. Perché l’obiettivo è risparmiare, e si sta sempre attenti ad usare gli elettrodomestici nel modo più corretto e nelle ore in cui l’energia costa meno, ma per trovare una fonte di risparmio ulteriore la casalinga efficiente può mettere le tariffe di energia a confronto e trovare quella che le semplifica la vita più delle altre.
Ma nonostante l’impegno che ci si mette, ci possono comunque essere degli intoppi. Infatti spesso i consumatori sono vittime di inefficienze e disservizi nell’erogazione di energia domestica. A dimostrarlo è l’aumento di quanti si rivolgono allo Sportello del consumatore di energia per segnalare e risolvere problemi con il proprio fornitore. Scopriamo meglio di che cosa si tratta.
Lo Sportello nasce per volontà dell’Autorità garante dell’Energia Elettrica e il Gas (Aeeg) ed è attualmente gestito dalla società pubblica Acquirente Pubblico. Possono rivolgersi allo Sportello tutte le utenze che desiderano richiedere informazioni o segnalare inefficienze delle quali sono state vittime.
Come spiegato dal Presidente e AD di Acquirente Pubblico, l’ingegner Paolo Vigevano, le vertenze e i problemi fra i consumatori e i fornitori di energia elettrica vengono di norma sottoposti all’attenzione dell’Aeeg. In tal senso, lo Sportello favorisce la mediazione fra i cittadini e l’Aeeg: non è, infatti, possibile richiedere direttamente l’intervento dell’Authority, se non tramite un soggetto terzo (lo Sportello), che tenti di trovare una prima soluzione al problema lamentato dal consumatore.
Vigevano rivela i numeri dello Sportello del consumatore: in un anno sono stati affrontati e risolti circa 40 mila casi. “Molti di essi – ha dichiarato il numero uno di Acquirente Pubblico – non sono semplici lettere, ma richiedono anche il supporto del call center, che ha già risposto a 1,6 milioni di telefonate, con tempi molto rapidi”.
Per problemi con il proprio fornitore di energia, è sufficiente comporre il numero verde 800.16.66.54 e richiedere una consulenza gratuita dello Sportello.
La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)