Più attenzione ai consumatori e ai temi del consumerismo nel nuovo contratto di servizio della Rai: è la richiesta che arriva dall’Unione Nazionale Consumatori nell’ambito della consultazione pubblica avviata dal viceministro Antonio Catricalà sul rinnovo del contratto di servizio Rai.
Il servizio pubblico radiotelevisivo non può sottrarsi al dovere di diffondere tra i cittadini una maggiore consapevolezza di consumo, in particolare sui temi dell’educazione economico-finanziaria, energetica e digitale“. E’ quanto afferma Massimiliano Dona, Segretario generale dell’associazione, spiegando di aver evidenziato proprio questi argomenti al viceministro dello Sviluppo economico Antonio Catricalà, che ha avviato una consultazione sull’imminente rinnovo del contratto di servizio Rai. Gli altri temi sollecitati dall’associazione al Ministero sono: alimentazione e corretti stili di vita; energia e sostenibilità; commercio elettronico e cittadinanza digitale; Europa e consumi transfrontalieri; tutela del mercato e Autorità di settore; contrasto alle dipendenze (dalle ludopatie agli alcolici); attenzione ai consumatori vulnerabili (minori e persone affette da disabilità); giustizia e diritti; ruolo delle associazioni dei consumatori. Dona ha inoltre sottolineato che la presenza dei rappresentanti dei consumatori nei dibattiti televisivi è attualmente sottodimensionata.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)