Mentre la maggior parte delle Associazioni dei consumatori ha criticato i dati sull’RC Auto, diffusi ieri dall’Ivass, il Presidente di Konsumer Italia Fabrizio Premuti va in controtendenza e commenta: “Ed ecco l’Ivass che non ti aspetti, quella che rilancia sulle professionalità interne, più volte richiamate nella relazione dal Presidente Rossi, quelle professionalità che, nel cambiamento complessivo dell’Istituto, tornano prepotentemente a far dell’osservazione e conoscenza, nuova tecnica”.
Secondo Premuti, il Presidente dell’Ivass Salvatore Rossi “ha affrontato il tema della RC Auto in profondità”, illustrando “un grande lavoro di regolamentazione che va avanti ormai ad oltranza da un anno”. “Ottimo, rispetto alla trasparenza lo studio, utile anche statisticamente, sui premi effettivi, qualcosa che mancava e di cui si aveva estremamente bisogno”.
“Ulteriormente ottima – aggiunge Premuti – l’iniziativa dell’archivio Integrato antifrode, su cui lo sforzo organizzativo, immaginiamo, sia stato enorme per la disomogenità delle fonti ed anche l’estrema complessità dei fattori e dati da analizzare, repertoriare ed incrociare. Un lavoro complesso che raggruppa l’intero mondo delle banche dati Istituzionali su cui ci piacerebbe aprire una riflessione: mancano le banche dati, ed i dati di carattere privatistico detenuti dalle reti di autoriparazione. Noi crediamo che reti certificate e dotate di authority, come Rete Opac (oltre 2500 autoriparatori certificati), o ancora i dati di cui è in possesso una società come Viasat, sicuramente oggettivi,  potrebbero oggi rappresentare un ulteriore canale di approvigionamento di dati, non Istituzionali, che in funzione antifrode potrebbero incidere, non poco, sul contrasto a fenomeni speculativi”. Konsumer Italia propone una sperimentazione al Presidente Rossi.
L’Ivass non ha fatto alcun riferimento alla distribuzione e Konsumer Italia ricorda che è in corso una profonda analisi ispettiva sui comparatori online, quindi un accenno sarebbe stato utile. L’Associazione, inoltre, richiama l’attenzione dell’Ivass anche sulle catastrofali, candidandosi a partecipare ad un tavolo tecnico non più rinviabile su questo argomento.
“In un momento in cui l’auto torna fortemente positiva, chiediamo ad IVASS di vigilare con grande attenzione sugli utili delle imprese nella convinzione che tali utili devono certamente rispondere alla remunerazione del capitale, ma mai sconfinare nell’utile speculativo a danno dei consumatori e delle tariffe a loro praticate. Accogliamo, infine con grande favore l’auspicio del Presidente Salvatore Rossi a tornare urgentemente ad una riforma della RC Auto che dall’esperienza dell’Art.8 stralciato dal decreto Destinazione Italia, possa, in un momento congiunturalmente positivo per il ramo auto, con serenità portare alla chiusura di un cerchio nel passato mal riuscita, oggi abbiamo tutti gli elementi per soddisfare consumatori ed imprese, danneggiati e non, isolando gli aspetti speculativi e le illogicità di sistema che della RC Auto fanno ancora un tema centrale e non una normalità mutualistica”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

1 thought on “RC Auto, Konsumer Italia positiva su relazione Ivass: “L’Autorità fa sul serio”

  1. L’antitrust perché dorme di fronte a un’ingiustizia che è quella di far pagare alla Campania le tariffe assicurative auto piu’ alte ?
    Forse i disonesti sono solo in Campania ? Se faccio un’incidente facciano pagare un premio piu’ alto a chi l’ha fatto (come fanno adesso,lo raddoppiano o lo triplicano ) ,senza penalizzare chi da tanti anni non ne ha fatti nessuno.

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: