Il Movimento Difesa del Cittadino interviene sullo scandalo rifiuti esploso in Umbria per una truffa milionaria perpetrata ai danni di migliaia di cittadini e 24 Comuni. Dalle indagini è emerso che i rifiuti urbani non venivano trattati come era invece previsto dall’appalto (per il periodo 2009-2024 del valore complessivo di circa un miliardo di euro).

La vicenda ha portato all’arresto di Giuseppe Sassaroli, direttore tecnico di Gesenu spa, la società umbra che si occupa della gestione dei servizi di nettezza urbana. Sassaroli è stato accusato, insieme ad altre 14 persone, di aver gestito in maniera illecita il traffico dei rifiuti, conseguendo profitti illeciti per 27 milioni di euro dal 2013 al 2015, ai danni dei cittadini.

“Come Movimento Difesa del Cittadino sono anni che denunciamo che alle tariffe altissime, ben al di sopra della media nazionale, che i cittadini umbri sono stati costretti a pagare in questi anni non corrispondeva un’adeguata qualità dei servizi. I fatti avvenuti in questi giorni purtroppo, ci hanno dato ragione”, dichiara Cristina Rosetti, responsabile del Movimento Difesa del Cittadino.

La nostra associazione tutelerà le ragioni dei cittadini truffati in tutte le sedi giudiziarie, interverremo nel procedimento e ci costituiremo parte civile. La battaglia è solo all’inizio”. Conclude Rosetti.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)