Arrivano le nuove tariffe dei taxi a Roma. La Giunta capitolina ha infatti approvato la delibera sul nuovo sistema tariffario del servizio taxi e l’ha dichiarata immediatamente eseguibile. Il nuovo piano tariffario prevede una quota fissa di partenza pari a 3 euro nei giorni feriali (dalle 6 alle 22), a 4,50 euro nei giorni festivi (dalle 6 alle 22) e a 6,50 euro nell’orario notturno (dalle 22 alle 6). Secondo stime fatte nei giorni scorsi, le corse dei taxi aumenteranno di circa il 15%.
La delibera è stata approvata ieri su proposta dell’assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma. Come si legge in una nota del Campidoglio, le tariffe (predisposte dalla Commissione tecnica e sottoposte al vaglio della Commissione consultiva) si basano su questi criteri: “tariffa tassametrica unica progressiva valida in tutto il territorio comunale, a base multipla in funzione del chilometraggio percorso e del tempo di espletamento del singolo servizio; tariffe non superiori all’indice annuo di inflazione Istat di settore; riduzione tariffaria per le donne sole che usufruiscono del servizio notturno, nonché per le corse dirette verso gli ospedali e per i giovani in uscita dalle discoteche venerdì e sabato sera, previa idonea convenzione con i gestori dei pubblici locali”.
Oltre alla quota fissa di partenza, che varia appunto da 3 euro a 6,50 euro, la tariffa oraria euro/h scatta a tempo, è applicabile per velocità inferiore ai 20 km/h ed è pari a 27 euro. La tariffa tassametrica unica progressiva va da 1,10 euro/km a 1,30 km/h fino 1,60 euro/km per velocità superiore a 20 km/h. Come spiega il Campidoglio, “la prima progressione tassametrica (T1-T2) si determina quando al valore fisso iniziale indicato dal tassametro si cumulano ulteriori € 11,00; da questo momento scatta la seconda progressione tariffaria (T2= € 1,30) fino al cumulo di ulteriori € 13,00; da tale momento scatta la terza progressione tariffaria (T3= €1,60) sino al termine del percorso”.
Le tariffe agevolate prevedono uno sconto del 10% per le corse dirette verso gli ospedali romani, le donne sole che viaggiano nelle ore notturne, i giovani in uscita dalle discoteche il venerdì e il sabato (ma serve una convenzione con i gestori dei locali). La ricevuta automatica non è ancora immediata: “è stato dato mandato a Roma Servizi per la Mobilità – informa il Campidoglio – di procedere ad un avviso per individuare la fornitura della strumentazione necessaria al rilascio della ricevuta automatica”.
Le nuove tariffe dei taxi arrivano contemporaneamente all’aumento dei biglietti del trasporto pubblico locale.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)