L’anno appena passato segna buone notizie sul fronte del turismo, mentre il 2019 si annuncia ancor più positivo: la percentuale di italiani che ha intenzione di andare in vacanza potrebbe raggiungere l’86%. Un intervistato su quattro ha intenzione di aumentare la propria spesa turistica rispetto al 2018. Ne potrebbe beneficiare proprio il Belpaese, poiché quasi otto italiani su dieci rimangono nei confini nazionali. A guardare verso l’estero sono soprattutto i giovani. Il focus viene dall’indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato dall’Istituto Piepoli per Confturismo, che ha raggiunto nel 2018 il valore più alto dal 2015.

Per la ricerca “si chiude un 2018 molto soddisfacente dal punto di vista turistico. Oltre sette italiani su dieci sono andati in vacanza lo scorso anno, il 6% in più rispetto all’anno precedente. La spesa per le vacanze degli italiani è stata superiore rispetto al 2017 per il 24% degli intervistati, mentre solo il 12% dichiara di avere speso di meno”. Prospettive migliori per l’anno appena iniziato. “Il 2019 – si legge nell’indagine – potrebbe essere anche migliore del 2018: l’86% degli italiani ha infatti dichiarato di avere intenzione di andare in vacanza quest’anno e tre intervistati su dieci si propongono di fare più vacanze rispetto al 2018 spendendo, in un caso su quattro, una cifra maggiore dello scorso anno”. In cima alle preferenze per chi visita l’Italia ci sono Trentino Alto Adige, Toscana, Lombardia e Lazio, mentre per quanto riguarda le destinazioni estere – più propensi a viaggiare fuori dai confini sono i giovani – c’è forte interesse verso la Spagna, il Regno Unito, la Francia e l’Austria.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)