Volare low cost? e’ possibile ma bisogna saper districarsi tra le finte offerte proposte dalle agenzie online e dai motori di ricerca dedicati ai voli. E’ la conclusione cui giunge Altroconsumo che ha messo a confronto le tariffe delle compagnie aeree low cost con quelle proposte da agenzie online (per esempio eDreams ed Expedia) e da motori di ricerca dedicati a voli (come Skyscanner e Easyviaggio). Nemmeno due volte su dieci questi siti sono capaci di farci fare l’affare, trovando cioè una soluzione a un prezzo più basso.Secondo l’Associazione, la regola numero 1 è: mai fidarsi del prezzo che compare in prima battuta. La differenza tra offerta iniziale e quello che pagheremo alla fine, può essere notevole. C’è di più: alcune offerte che inizialmente sembrano più convenienti di altre, alla fine si rivelano più care. A far lievitare il prezzo finale contribuiscono una serie di fattori: tasse e spese, imbarchi prioritari e speciali, polizze assicurative, perfino le commissioni (illegali) per il pagamento con carta di credito.
Come fare per risparmiare?
1. Mai troppo presto, quando i prezzi sono standard. Mai troppo tardi, quando i posti stanno per finire e le tariffe schizzano. Il biglietto aereo va acquistato due o tre mesi prima della partenza.
2. Non durante il weekend, meglio cercare di martedì o mercoledì. E sempre di pomeriggio. È più probabile beccare l’affare: lo dicono alcuni ricercatori che hanno studiato gli algoritmi dei siti.
3. Si può cominciare consultando i motori di ricerca tipo Skyscanner, per avere un’idea dei prezzi, dei voli e delle compagnie che operano sulla tratta. E poi controllare sempre sui siti ufficiali delle compagnie.
4. Voli di linea o low cost?  I primi hanno tariffe più stabili, gli altri, pur subendo più oscillazioni di prezzo, risultano mediamente più economici del 35%, con punte del 75%.
5. Occhio ai bagagli. Le regole sul peso e le dimensioni delle valigie sono molto rigide sui voli low cost. Una volta in aeroporto, chi non ha rispettato i parametri, deve pagare extra molto salati.
6. Bisogna fare molta attenzione a cosa si clicca. Si rischia di acquistare servizi non voluti: imbarco prioritario, posti speciali, assicurazione, noleggio dell’auto, albergo e altro. Vendono perfino valigie.
 


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

1 thought on “Voli low cost, Altroconsumo: preferire l’acquisto sul sito della compagnia

  1. Ciò che appare grave è che tutti i motori di ricerca e quasi tutte le compagnie low cost fanno pagare un costo per l’utilizzo della carta di credito.
    L’assurdo poi è il costo del bagaglio che spesso è differente sulla stessa destinazione, offerto dalla stesso venditore. Il solito specchietto delle allodole, attraggono il consumatore con un costo basso del volo e alzano il costo del bagaglio.
    Scandaloso sotto il profilo etico l’atteggiamento di Ryanair che fa pagare il cech inn on line presentandolo come una facilitazione offerta al viaggiatore e non come un servizio che il viaggiatore fa alla Compagnia.Peccato che questa “furbizia” non sia mai stata sanzionata.
    Alex

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: