Beagle per sperimentazione, Ministero Salute: nessuna autorizzazione

Il Consiglio di Amministrazione del Research Toxicology Centre di Pomezia del gruppo Menarini ha deciso di rinunciare alla sperimentazione, seppur obbligatoria, per la quale erano stati richiesti 8 cani beagle dal Belgio. La decisione del CDA è giunta dopo la veemente manifestazione di alcune associazioni animaliste. La RTC ha fatto sapere, inoltre, che renderà disponibili per l’affido a privati”. Sulla vicenda è intervenuto anche il Ministro della Salute sottolineando di “non aver rilasciato alcuna autorizzazione all’importazione di cani beagle destinati alla ditta RTC di Pomezia. Gli 8 cani beagle, provenienti dal Belgio, non sono stato importati, ma tecnicamente sono stati “introdotti” in Italia sulla base della normativa comunitaria vigente in materia di scambi. Da ciò deriva che non è stata rilasciata alcuna autorizzazione all’introduzione di animali da parte del Ministero della Salute, né è previsto alcun controllo diretto da parte del Ministero sugli animali attraverso gli uffici veterinari periferici del Ministro della Salute. Il servizio veterinario della Asl locale ha verificato lo stato di salute degli animali e la conformità della documentazione. La ditta in questione è autorizzata ad effettuare test di “valutazione dell’innocuità dei farmaci e altri prodotti”, sulla base della normativa vigente e delle linee guida validate internazionalmente.

Comments are closed.