Etichette energetiche, Parlamento Ue introduce classi più semplici

È in arrivo una nuova scala per le etichette energetiche degli elettrodomestici. Sette livelli, da “A” a “G”, indicheranno ai clienti come scegliere i prodotti più efficienti al fine di ridurre i consumi energetici e le fatture. Sul lato dei produttori, questi saranno incoraggiati a innovare e investire in prodotti più efficienti dal punto di vista energetico.

A deciderlo è stato il Parlamento Europeo che si è espresso favorevolmente sull’introduzione dei nuovi indicatori che dovrebbero comparire nei negozi a fine 2019.

Per tenere il passo con i miglioramenti tecnologici sull’efficienza energetica, ogni volta che il 30% dei prodotti venduti sul mercato dell’UE rientrerà nella classe A o quando il 50% dei prodotti rientrerà nelle prime due classi di efficienza energetica, A e B, la scala sarà aggiornata.

Le etichette saranno affisse sui prodotti in formato stampato e consultabili online. Nel caso di aggiornamenti che incidano sull’efficienza energetica di un prodotto già acquistato, il fornitore dovrà informare il cliente.

Qualsiasi annuncio visivo o materiale promozionale tecnico dovrà far riferimento alla classe di efficienza energetica e alla scala disponibile sull’etichetta. Saranno inoltre lanciate campagne di informazione per i consumatori, al fine di evidenziare le versioni appena introdotte delle etichette.

Infine, la Commissione dovrà creare un database di prodotti, con informazioni tecniche per aiutare le autorità nazionali a monitorare la loro conformità, e un portale online per il pubblico. Dovrà inoltre aiutare le autorità di vigilanza del mercato e fornire ai consumatori informazioni aggiuntive sui prodotti, oltre a elaborare le linee guida per l’applicazione del regolamento e le migliori pratiche da attuare per il test dei prodotti.

 

Notizia pubblicata il 13/06/2017 ore 16.26

Comments are closed.