La bussola dei diritti. Giocare in sicurezza sempre

Lo scorso 12 marzo, la Commissione europea ha pubblicato il suo rapporto sul sistema di allarme rapido per i prodotti pericolosi dal quale è emerso che nel 2017 tra i prodotti più segnalati i giocattoli occupano il primo posto con una percentuale pari al 29%.

Il sistema di allarme rapido (ec.europa.eu/consumers/rapid-alert-system) è uno strumento grazie al quale le Autorità nazionali riescono a garantire l’applicazione delle normative consumeristiche di stampo europeo. In particolare questo sistema di allerta dispone di un sito web che consente a tutti i cittadini di essere costantemente aggiornati sulle segnalazioni presentate dalle singole Autorità nazionali che partecipano al piano europeo di informazione e tutela sulla sicurezza dei prodotti.

Stando ai dati della relazione della Commissione, nel 2017 le Autorità dei singoli Stati membri avrebbero utilizzato maggiormente il sistema di allerta permettendo così di raccogliere un numero di segnalazioni sui prodotti pericolosi superiore a 2000 in prevalenza provenienti dai Paesi extra UE, esattamente dalla Cina che anche per il 2017 si conferma il principale paese d’origine con una percentuale in termini di criticità pari al 53%, a fronte di una percentuale del 26% di prodotti pericolosi di origine europea.

Tra i principali giochi segnalati come pericolosi per la salute dei bambini e ritirati dal commercio ci sono a esempio gli spinner antistress attualmente molto in voga tra gli adolescenti, ma tanti altri giochi pericolosi sono in commercio, motivo per cui occorre stare molto attenti prima di effettuare l’acquisto e dopo nel caso si dovessero manifestare delle anomalie.

I giocattoli svolgono un ruolo fondamentale nel processo di crescita dei bambini ecco perchè è necessario avere delle particolari accortezze nel momento della loro scelta per riuscire a fare un acquisto in tutta sicurezza. L’acquisto può essere effettuato presso un punto vendita autorizzato o tramite una piattaforma on-line, in tutti i casi è bene comprare il gioco presso rivenditori e siti web di fiducia stando sempre attenti agli standard di sicurezza per evitare brutte sorprese.

Attenzione ai rivenditori non autorizzati che spesso vendono prodotti pericolosi che non soddisfano gli standard di sicurezza europei rischiando di provocare danni alla salute dei bambini. I rivenditori non affidabili ignorano le prescrizioni in tema di salute e sicurezza e potrebbero commerciare prodotti contraffatti.

Anche quando si acquistano i giocattoli presso negozi e mercati dell’usato è opportuno utilizzare le medesime accortezze sebbene si presuppone che le strutture debbano garantire in qualche modo la conformità dei prodotti offerti in vendita. Altra cosa importante quando si sceglie un giocattolo è leggere attentamente tutte le avvertenze e le istruzioni sulla sicurezza e sui limiti di età indicati sulla confezione, facendo particolare attenzione a non comprare giocattoli che non abbiano il marchio CE sul giocattolo o sulla confezione.

La marcatura CE che sta per Comunità Europea infatti, è una garanzia per il consumatore che il giocattolo sia conforme alle norme europee sulla sicurezza che, tra l’altro, dovrebbero essere tra le più rigorose al mondo. Il marchio CE è facilmente imitabile, perciò attenzione a non confonderlo con quello CE che invece sta per China Export, che ha una spaziatura tra le due lettere più ravvicinata rispetto al marchio europeo corretto.

Quanto al riferimento dell’età del bambino, è bene sempre scegliere il prodotto più adatto al proprio bambino secondo le indicazioni previste per quel particolare giocattolo. Delle volte sulle confezioni è specificato esplicitamente “non adatto ai bambini di età inferiore a 36 mesi”, anche in questo caso attenzione, il giocattolo potrebbe essere pericoloso per un bambino con età inferiore ai 3 anni che a esempio, potrebbe involontariamente ingoiare piccoli pezzi del gioco e soffocare. Dopo aver acquistato il giocattolo è bene seguire con attenzione tutte le istruzioni per utilizzarlo correttamente.

È opportuno inoltre conservare le informazioni presenti all’interno della confezione e non perdere mai di vista il piccolo mentre gioca in modo da evitare eventuali danni che potrebbero derivare da una semplice distrazione. Altra cosa necessaria, monitorare con continuità lo stato dei giochi utilizzati dal bambino che non arrechino danni alla sua salute e nel caso eliminare subito i giocattoli danneggiati.

Se il giocattolo si rivela contraffatto dopo l’acquisto? Nel caso si abbia il dubbio di aver inconsapevolmente acquistato un prodotto contraffatto e non conforme alle norme europee si potrà segnalare l’anomalia in primis al riveditore e al produttore presso il quale si è acquistato il prodotto, in secondo luogo alla Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione del Ministero dello Sviluppo Economico e al Sistema Informativo Anti-Contraffazione della Guardia di Finanza per avviare le procedure del caso.

Di Claudia Ciriello

Comments are closed.