1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Casa’

Osservatorio: offerte per l’energia elettrica a confronto, ecco come risparmiare

mercoledì, 23 aprile, 2014

Per il bilancio economico di una famiglia o di un’impresa è fondamentale risparmiare sulla bolletta di luce e gas. Il costo dell’elettricità, in particolare, è molto alto in Italia e il consiglio è di mettere le offerte per l’energia elettrica a confronto per trovare i prezzi più convenienti. I servizi di comparazione su internet possono aiutare a effettuare una ricerca delle tariffe migliori, ma per scegliere bisogna valutare attentamente il prodotto in relazione alle proprie abitudini di consumo. (altro…)



Immobiliare.it: in Toscana 6 immobili di lusso su 10

mercoledì, 23 aprile, 2014

Dei dieci immobili attualmente in vendita con il prezzo più alto, ben sei siano concentrati sul territorio toscano; diventano addirittura undici se si allunga la classifica fino al ventesimo posto. E’ quanto emerge da un’analisi condotta da LuxuryEstate.com (www.luxuryestate.com), partner di Immobiliare.it specializzato nel settore del lusso, che ha analizzato un campione di oltre 1.500 annunci su tutto il territorio italiano. Oltre alla Toscana, gli immobili di maggior pregio sono situati a Cortina, sul lago di Como, a Positano, a Taormina. (altro…)



‘Casa dolce casa’, online nuova guida CCIAA Prato

mercoledì, 23 aprile, 2014

Mutuo, affitto, imposte, tasse e agevolazioni, nonché le buone regole per vivere in condominio. La Camera di Commercio di Prato ha aggiornato la guida “Casa dolce casa”, un documento, consultabile sul sito camerale, che raccoglie guide, vademecum, decaloghi e informazioni in pillole sul mondo della casa, selezionate attraverso le banche dati dello Sportello Consumatori on line. (altro…)



Lettere intimidatorie di Abbanoa, Altroconsumo si rivolge all’Aeeg

giovedì, 17 aprile, 2014

Altroconsumo ha inviato una segnalazione all’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico nella quale chiede di intervenire con urgenza nei confronti di Abbanoa intimando la cessazione del comportamento intimidatorio e qualsiasi pretesa di sospensione di utenza conseguente all’invio della lettera allegata, nonché richiamando l’azienda ai suoi obblighi, previsti dal regolamento, per quanto riguarda la richiesta di spostamento dei contatori già installati e i conseguenti oneri. (altro…)



Acqua, Aeeg: i gestori dovranno restituire 55 mln di euro

venerdì, 11 aprile, 2014

71 gestori del servizio idrico dovranno restituire in tutto 55 milioni di euro ai consumatori. Lo ha stabilito l’Autorità per l’energia, sottolineando che la restituzione “è relativa al periodo di circa cinque mesi intercorso fra l’abolizione della remunerazione del capitale a seguito del referendum, il cui esito è stato proclamato il 21 luglio 2011, e l’introduzione dal 1 gennaio 2012 della nuova tariffa calcolata secondo i criteri approvati dall’Autorità”. (altro…)



Acqua, Adiconsum: finalmente soldi restituiti ai consumatori

venerdì, 11 aprile, 2014

“Finalmente si cominciano a restituire ai consumatori le somme non dovute”, commenta il presidente nazionale di Adiconsum Pietro Giordano davanti all’odierno annuncio dell’Autorità per l’energia: saranno circa 11 milioni gli utenti che nella prossima bolletta dell’acqua si vedranno riaccreditare gli importi ingiustamente versati al gestore del servizio idrico per l’abolizione della remunerazione del capitale. (altro…)



Acqua bene comune, Konsumer Italia: riaffermare spirito del referendum

venerdì, 11 aprile, 2014

“A distanza di oltre un anno dal parere espresso dal Consiglio di Stato sulla gestione dell’acqua pubblica constatiamo che nella maggioranza delle Regioni si continua ad ignorare quanto lì espresso”. E’ quanto sostiene Fabrizio Premuti, Presidente di Konsumer Italia, definendola “una colpevole inosservanza che ignora la maggioranza degli italiani che sulla gestione dell’acqua Bene Comune si era espressa con grande decisione ed a larghissima maggioranza con un referendum”. (altro…)



Ritirato un lotto di acqua Coop Monte Cimone

giovedì, 10 aprile, 2014

Dopo la segnalazione di alcuni episodi di malessere legati al consumo di acqua minerale Coop sorgente Monte Cimone, la catena di supermercati ha ritirato l’intero lotto coinvolto in tutti i negozi che lo hanno ricevuto. Il caso si è verificato a Montevarchi, in provincia di Arezzo, e secondo quanto riporta il quotidiano La Nazione, le persone assistite in Pronto Soccorso nei giorni scorsi hanno accusato, con maggiore o minore intensità, problemi gastrointestinali dopo aver bevuto Acqua Coop Monte Cimone. (altro…)



Osservatorio: giovani, mutui per la casa difficili da ottenere

martedì, 8 aprile, 2014

Per i giovani ottenere un mutuo per la casa è ancora molto difficile: chi resta dai genitori, spesso, lo fa per necessità e non per propria volontà. (altro…)



Mutui, Tecnocasa: ancora in calo ma timidi segnali di ripresa

lunedì, 7 aprile, 2014

Le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 5.775,20 milioni di euro nel quarto trimestre del 2013, -7,5% rispetto allo stesso trimestre del 2012 per un controvalore di -466,56 mln di euro. È quanto emerge dai dati riportati nel Bollettino Statistico I-2014 pubblicato da Banca d’Italia nel mese di Aprile 2014 e analizzati dall’Ufficio studi di Tecnocasa. Questi dati confermano la tendenza alla contrazione in corso dall’inizio del 2011 anche se si registra nell’ultimo periodo un aumento della domanda di mutui da parte delle famiglie che una crescente fiducia rispetto alle prospettive future. (altro…)



Casa, Adoc: housing sociale contro emergenza abitativa

venerdì, 4 aprile, 2014

“I prezzi delle case crollano ma chi si può permettere di acquistarne una? Pochi o nessuno. La casa rappresenta una spesa enorme, quasi ingestibile per le famiglie italiane, a differenza di quanto accade nel resto d’Europa”: sono le parole di Lamberto Santini, presidente dell’Adoc, che chiede di intervenire sull’emergenza abitativa attraverso azioni di housing sociale, soprattutto nelle grandi città. (altro…)



Amministratori di condominio vs Antitrust in difesa del tariffario minimo

giovedì, 3 aprile, 2014

L’amministratore di condominio è sempre più una figura manageriale. Per questo il tariffario minimo “non riduce la concorrenza ma aumenta la professionalità”. Questo quanto afferma CONFIAC – Confederazione Italiana delle associazioni condominiali, in risposta all’apertura di un’istruttoria da parte dell’Autorità Antitrust per la quale il varo di un tariffario analitico potrebbe integrare gli estremi della fissazione orizzontale dei prezzi e quindi determinare una restrizione sensibile della concorrenza. (altro…)



Arsenico nell’acqua, Medici per l’ambiente: interventi insufficienti nel Viterbese

mercoledì, 2 aprile, 2014

L’arsenico nell’acqua continua a preoccupare. E gli interventi a tutela della salute delle popolazioni dell’Alto Lazio sono ancora inadeguati, incompleti e insufficienti, nonostante i solleciti continui fatti da medici ed esperti. Servono subito programmi di prevenzione, con screening gratuiti, relativi alle patologie correlate all’esposizione cronica all’arsenico e al fluoro e studi sullo stato di salute dei bambini. Il focus è sull’Alto Lazio e sul Viterbese e a chiedere nuovi interventi è l’Isde-Associazione italiana medici per l’ambiente, che da anni si batte per la tutela della salute nell’area. (altro…)



Amministratori di condominio, Antitrust avvia istruttoria su tariffe minime

martedì, 1 aprile, 2014

La fissazione di un tariffario minimo per gli amministratori di condominio può restringere la concorrenza del servizio? È quanto si chiede l’Autorità Antitrust che ha aperto un’istruttoria nei confronti di CONFIAC – Confederazione Italiana delle associazioni condominiali  – per “verificare se le norme di un codice etico e deontologico e di un tariffario minimo per amministratori professionisti di condominio possano restringere in maniera consistente la concorrenza nel settore dei servizi inerenti l’amministrazione di immobili condominiali”. (altro…)



Luce e gas, Aeeg: da aprile doppo calo (-1,1% su elettricità e -3,8% su gas)

venerdì, 28 marzo, 2014

Da aprile scatta una doppia riduzione sulle bollette di luce e gas : -1,1% per l’energia elettrica (pari ad una minore spesa di 6 euro) e – 3,8% per il gas (con 46 euro di risparmio in bolletta), con un calo complessivo della spesa per il metano di oltre l’11% in un anno, tenuto conto della diminuzione del 7,3% del 2013. Lo ha deciso l’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico nell’aggiornamento dei prezzi di riferimento per il trimestre aprile-giugno 2014, con particolare riferimento al ‘consumatore-tipo’ servito in tutela. (altro…)



Acqua contaminata, a Chieti riapre il processo

venerdì, 28 marzo, 2014

Bussi è “la Terra dei Fuochi” d’Abruzzo ed è fondamentale che il processo si concluda in tempi rapidi. La situazione è particolarmente grave, perché l’inquinamento dell’acqua ha interessato 700 mila persone e a differenza di altri casi analoghi l’accusa di cui si sta parlando nel processo è di “inquinamento volontario di acque destinate ad uso potabile umano”. È quanto dichiara oggi il WWF mentre a Chieti riapre la prima udienza del processo aperto dopo l’inchiesta del Corpo Forestale dello Stato per avvelenamento delle acque e disastro ambientale. (altro…)



Acqua contaminata, Solvay: “Siamo parte civile e nessun dirigente è imputato”

venerdì, 28 marzo, 2014

Solvay è Parte Civile e nessun suo dirigente è imputato nel processo avviato presso la Corte di Assise al Tribunale di Chieti per l’inquinamento ambientale e la mega discarica scoperti nel 2007, realizzati in zona Bussi sul Tirino negli anni 60-70”: è la precisazione che arriva dall’azienda sul caso dell’acqua contaminata in Abruzzo. Solvay precisa di essere “parte civile e non imputata nel processo contro ex manager della società (Mont)Edison, accusati per fatti di avvelenamento e disastro dolosi commessi prima che il Gruppo Solvay, nel maggio 2002, acquisisse da (Mont)Edison il sito  industriale di Bussi sul Tirino”. (altro…)



Acqua contaminata, WWF: “Chiediamo da anni indagine epidemiologica”

venerdì, 28 marzo, 2014

“Chiediamo da anni un’indagine epidemiologica in tutta la vallata, per ora purtroppo invano”: è quanto affermato nei giorni scorsi dal WWF Italia in merito al caso dell’acqua contaminata in Abruzzo. Ben 700 mila persone hanno bevuto acqua contaminata, ha confermato una relazione dell’Istituto Superiore di Sanità depositata durante il processo Bussi in Corte d’Assise a Chieti dall’Avvocatura dello Stato. (altro…)



Discarica Bussi, acqua contaminata per 700mila persone

giovedì, 27 marzo, 2014

Allarmanti le analisi contenute nella relazione dell’Istituto Superiore di sanità depositata ieri: una discarica di veleni tossici dell’ex polo chimico Montecatini Edison di Bussi avrebbe contaminato l’acqua distribuita a 700mila persone senza alcun controllo, coinvolgendo anche ospedali e scuole. Il Codacons sta studiano azioni legali per ottenere un risarcimento fino a 10mila euro a famiglia. (altro…)



Mercato immobiliare a Roma e Provincia: si allungano i tempi di vendita

martedì, 25 marzo, 2014

E’ stato appena pubblicato il primo numero 2014 del Listino Ufficiale della Borsa Immobiliare di Roma, con i valori correnti di mercato di Roma e Provincia, le cui rilevazioni si riferiscono all’ultimo semestre 2013. Per quanto riguarda gli immobili collocati nel corso di tutto il 2013 il 51,6% risulta concesso in locazione, il 46,3% è stato venduto e il rimanente 2,1% è stato ceduto in nuda proprietà.

Quanto alla tipologia degli immobili, per l’86,5% si è trattato di appartamenti, ville o villini; per il 5,9% si è trattato di locali commerciali, artigianali o per il terziario; per il 4,3% uffici; per l’1,6% box o posti auto e per un restante 1,7% si tratta di altro non meglio specificato.

Per quanto riguarda le locazioni, nell’80,6% si è trattato di appartamenti, ville o villini; per il 9,4% di locali commerciali, artigianali o per il terziario; per il 7,7% di uffici; per lo 0,7% box o posti auto con un residuo dell’1,7% riferito ad altro.

Quanto alle vendite, il 92,5% delle transazioni ha riguardato appartamenti, ville o villini; il 2,6% box o posti auto; il 2,2% locali commerciali, artigianali o per il terziario; lo 0,7% uffici e l’1,9% altro. Dunque, c’è da notare che nelle vendite predominano nettamente le abitazioni e le relative pertinenze, mentre per le locazioni prevale il non-residenziale.

Aree geografiche Il 18,5% degli immobili collocati nel 2013 è nel Centro storico di Roma; il 15% nei Quartieri urbani e Suburbi Nord della città; il 10,7% nei Quartieri urbani e Suburbi Est; il 16,8% nei Quartieri urbani e Suburbi Sud; il 13,8% nei Quartieri urbani e Suburbi Ovest; il 20% nelle Zone dell’Agro romano; il 2,9% nei Comuni della Provincia di Roma e il restante 2,2% nei Comuni fuori della Provincia.

Per quanto concerne le locazioni, il 24,1% degli immobili affittati nel 2013 è nel Centro storico di Roma; il 16,4% nei Quartieri urbani e Suburbi Nord della città; il 10% nei Quartieri urbani e Suburbi Est; il 17,1% nei Quartieri urbani e Suburbi Sud; il 13,4% nei Quartieri urbani e Suburbi Ovest; il 17,1% nelle Zone dell’Agro romano; l’1,7% nei Comuni della Provincia di Roma e solo lo 0,3% nei Comuni fuori della Provincia.

Invece, per le vendite, il 12,3% degli immobili venduti nel 2013 si trova nel Centro storico di Roma; il 13,8% nei Quartieri urbani e Suburbi Nord della città; l’11,6% nei Quartieri urbani e Suburbi Est; il 16,4% nei Quartieri urbani e Suburbi Sud; il 14,2% nei Quartieri urbani e Suburbi Ovest; il 22,8% nelle Zone dell’Agro romano; il 4,5% nei Comuni della Provincia di Roma e lo stesso valore si ritrova nei Comuni fuori della Provincia.

Riepilogando, le locazioni sono molto alte nel Centro storico, mentre le vendite risultano più elevate in tutte le aree fuori Roma.

Tempi di collocamento – In generale, le locazioni hanno tempi più rapidi rispetto a quelli delle vendite: infatti, in media nel 2013, sono occorsi 171 giorni per affittare un immobile e 223 per vendere. Nel dettaglio, se per affittare un appartamento, villa o villino sono bastati 157 giorni, per vendere ne sono occorsi 213; analogamente, per affittare un ufficio ci sono voluti 212 giorni, contro i 285 per la vendita e lo scarto è stato ancora più rilevante nel caso di locali commerciali, artigianali o per il terziario: 205 giorni contro 355.

Analizzando i dati dal 2004 al 2013 si evidenzia che, se nel 2004 bastavano 100 giorni per vendere un bene, nel 2013 ne sono occorsi 223; anche per quanto riguarda le locazioni si registra un incremento nel decennio ma più lieve: 101 giorni nel 2004 contro i 171 del 2013. Il picco maggiore nelle vendite si è verificato nel 2011 con ben 246 giorni di tempo, mentre per le locazioni si è avuto nel 2009 con 213 giorni. Complessivamente, i tempi per le locazioni si sono mantenuti sempre più bassi rispetto ai tempi di vendita, salvo nel 2007 e nel 2009, quando il gap si è quasi annullato.