Osservatorio: l’Autorità dell’Energia cambia la bolletta e progetta il futuro

Si pensa spesso a quanto si vorrebbe tornare indietro nel tempo e vivere in un’epoca in cui non c’erano la corrente, il gas, internet e tutte le comodità che sfruttiamo nella vita di tutti i giorni. Perché sono comodità, ma sono anche costi, e il nostro obiettivo è quello di non rimanere con le tasche vuote “solo” perché vogliamo avere una casa riscaldata e l’acqua corrente. Ma un modo per risparmiare si trova sempre, e mettere le tariffe di Enel Energia a confronto con quelle degli altri fornitori di energia è un buon metodo per raggiungere il nostro scopo. Ma non siamo i soli.

L’Autorità dell’Energia infatti ha in mente piccole e grandi riforme che coinvolgeranno consumatori, Enel Energia, Eni e tutti gli operatori del settore luce e gas. Confrontare le tariffe dei vari operatori sarà comunque un buon modo per risparmiare, ma la nascita della nuova bolletta rappresenterà sempre un novità forte. Molti i progetti in cantiere per l’Autorità dell’Energia Elettrica e del Gas oltre a questo rinnovamento della leggibilità e trasparenza della bolletta: l’obiettivo rimane una discesa generale delle tariffe, alleggerite dagli eccessivi oneri.

Il consumatore infatti avrà sempre la necessità di scegliere le offerte di luce e gas più convenienti visto che i prezzi dell’energia restano molto alti in Italia soprattutto rispetto alla media europea. Alleggerire gli oneri significherà proprio una riduzione di tutte quegli elementi parafiscali che appesantiscono la bolletta. L’Autorità dell’Energia è ben conscia del problema e ha tutta l’intenzione di battersi per una diminuzione dei prezzi, utili all’intero sistema energetico italiano.

Già importanti successi sono stati raggiunti: un anno fa l’Autorità per l’Energia è riuscita ad abbassare le bollette del gas dell’8%, sganciando la tariffa dal gas dal prezzo del petrolio ma legandolo semplicemente all’andamento dei mercati. Un vantaggio minimo ma sentito, considerando il periodo di generale crescita della spesa per le famiglie.

L’Autorità già da due anni ha competenza anche sulla rete idrica. Infatti una nuova tariffa per l’acqua, poco ripresa dai mezzi di informazione, è già scattata dal primo gennaio 2014; l’obiettivo conclamato è ovviamento quello di limitare al massimo gli sprechi tentando anche di attirare investimenti per ristrutturare una rete idrica in condizioni particolarmente critiche.

La nuova bolletta partirà a breve, questa dovrà sostituire e riunire tutte le bollette, riassumendone i dati, in modo semplice e chiaro, in massimo due facciate di un foglio A4 che, ispirandosi al modello USA, contenga tutte le informazioni fondamentali per il consumatore. Questa essenzialmente la piccola rivoluzione che da subito influenzerà la vita quotidiana di migliaia di famiglie, migliorando la trasparenza e la leggibilità per tutti.

I progetti futuri? Anche questi non mancano. L’Aeeg ha parlato di riformare interamente la tariffa sui servizi di rete in vigore fin dagli anni ’70 per incentivare l’utilizzo delle tecnologie energicamente più convenienti come le pompe di calore e le cucine a induzione. Infine la grande rivoluzione, prevista però in un remoto futuro, sarà lo sviluppo e l’istallazione di una nuova tipologia di contatore superintelligente.

Tale contatore innovativo, simile a quello già esistente per l’energia elettrica, potrà tenere i conti di luce, gas, acqua tutti in un unico apparecchio; in più si potrà immaginare anche l’aggiunta dei rifiuti oppure la presenza di un sistema in grado di consigliare l’utente su un uso razionale e più conveniente dell’energia per limitare ancora una volta gli sprechi.

 

Comments are closed.