Auto elettriche o ibride? Il confronto di Altroconsumo

E’ un momento nero per il settore delle automobili: il costo dei carburanti continua a salire alle stelle e le vendite delle vetture continuano a crollare a picco (-20,5% nei primi nove mesi del 2012). Ma ci sono delle novità del mercato, che potrebbero aiutare il settore ad affrontare il momento di crisi: sono le auto ecologiche, che fanno bene all’ambiente e al portafoglio grazie alle emissioni e ai consumi ridotti. Ma come fare a scegliere l’auto elettrica giusta? Anche perché ci sono anche i veicoli ibridi. Altroconsumo ha analizzato i pregi e i difetti di alcune auto elettriche e ibride. Risultato? Nonostante queste “ecoauto” abbiano numerosi aspetti positivi (come i consumi ridotti), il loro mercato stenta a decollare e gli ostacoli maggiori sono due: gli alti costi iniziali e gli scarsi incentivi statali.

Le auto elettriche sono semplici da usare e alla guida sono molto silenziose. L’investimento iniziale è però molto elevato: il costo di un’auto elettrica oscilla fra i 30 e i 40 mila euro. Proprio il prezzo d’acquisto rischia di vanificare il risparmio che si può ottenere con il rifornimento (un pieno elettrico costa dai 2 ai 3 euro). Per abbattere i costi d’acquisto bisognerebbe infatti utilizzare l’automobile per almeno 200 mila km. Le batterie però hanno una durata di vita più corta (intorno ai 100 mila km): bisognerebbe quindi spendere altri soldi (fino a 10.000 euro) per comprarne una nuova. Ma il vero problema delle auto elettriche, secondo Altroconsumo, riguarda l’autonomia: la quantità di energia contenuta nelle batterie, infatti, è abbastanza limitata. Anche a patto di mantenere una guida morbida e il condizionatore rigorosamente spento, con una carica è difficile percorrere più di 100 km.

I pregi delle auto ibride sono molti: primo fra tutti l’ottimizzazione dei consumi, soprattutto in città. Il motore elettrico, infatti, che integra quello tradizionale a combustione, in fase di partenza e accelerazione entra in azione, permettendo di risparmiare benzina. Ogni volta che si frena, poi, le batterie si ricaricano e si recupera energia. In autostrada invece il risparmio si annulla. A differenza delle auto elettriche, con le ibride negli anni è possibile ammortizzare gli alti costi iniziali: si possono acquistare già a partire da 18 mila euro. Se vuoi comprare una macchina ecologica quindi, il nostro consiglio è di sceglierne una ibrida.

Un commento a “Auto elettriche o ibride? Il confronto di Altroconsumo”

  1. giorgio ha detto:

    ho sentito che fra qualche mese uscirà in vendita una piccola vettura ibrida che porrteròà l’autonomi asui 400km (v.o.l.p.e. car)
    credo che le piccole città e per chi percorre pochi km al giorno possa essere l’ideale
    a presto giorgio