1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Alimentazione’

TopNews / Etichette, semafori e consumatori. Il riassunto a 10 giorni dalla lettera Beuc-multinazionali

sabato, 27 maggio, 2017

Da ormai più di una settimana etichette e profili nutrizionali, Beuc e multinazionali del Food&Beverage sono legati a doppio filo all’interno di un acceso dibattito che ha coinvolto esperti e rappresentanti delle associazioni dei consumatori. Proviamo quindi a tirare un po’ le fila della questione e a tracciare un quadro d’insieme di quanto è accaduto e di ciò di cui si è parlato in questi giorni. (altro…)



Italiani al ristorante, Doxa: vince la pizza. E si racconta tutto sul web e sui social

sabato, 27 maggio, 2017

Si mangia e si racconta tutto sul web. Si cercano le recensioni online per controllare la reputazione del locale ma in gran parte si va a vedere con mano per farsi un’idea indipendente. L’esperienza in pizzeria e al ristorante viene poi raccontata attraverso il passaparola ma anche in forma più tecnologica: il 49% degli italiani usa le piattaforme dedicate al cibo per lasciare una recensione e raggiungere un ampio pubblico, il 29% usa Facebook, Twitter e WhatsApp. (altro…)



Glifosato, le analisi de Il Salvagente e A Sud: siamo tutti contaminati

sabato, 27 maggio, 2017

Cosa hai mangiato a pranzo? Glifosato. Cosa hai bevuto? Glifosato. Bella questa maglia! Ti piace? È al glifosato. No, non ho la tastiera del pc impazzita. È che, a quanto pare, siamo ormai circondati da un nemico invisibile dal quale nessuno è al sicuro, il glifosato appunto. A sottolineare ancora una volta la pericolosità e i rischi connessi all’uso di questo pesticida in ambito agricolo sono i test condotti da Il Salvagente che ha sottoposto ad analisi i campioni di urina di 14 donne incinte. Il risultato del test è stato che tutto il campione presentava tracce di glifosato variabili da 0,43 nanogrammi per millilitro a 3,48 nanogrammi. (altro…)



Coldiretti: stop all’aranciata senza arancia. 20% di frutta delle bevande

venerdì, 26 maggio, 2017

Più frutta nelle bibite. Il via libera comunitario al provvedimento nazionale innalza dal 12% al 20% il contenuto di succo d’arancia delle bevande analcoliche prodotte in Italia e vendute con il nome dell’arancia a succo o recanti denominazioni che a tale agrume si richiamino. (altro…)



Etichette nutrizionali, scende in campo la Ristorazione italiana

giovedì, 25 maggio, 2017

Il semaforo? Sta bene solo in strada. Le associazioni che rappresentano la ristorazione italiana prendono una chiara posizione nel dibattito che in questi giorni si sta svolgendo riguardo alle etichette nutrizionali. La lettera inviata dal Beuc e sottoscritta da alcuni dei grandi nomi del Food&Beverage internazionale alla Commissione Europea, con la quale sollecitava la chiusura in tempi brevi della questione riguardante i profili nutrizionali e i claim salutisti che si trascina ormai da anni, ha scatenato un’ondata di reazioni che non accenna a placarsi. (altro…)



Scuola, Mipaaf: in arrivo mense biologiche certificate. Ci sarà fondo da 44 mln euro

giovedì, 25 maggio, 2017

Mense biologiche certificate nelle scuole: è quanto prevede un emendamento alla manovra economica presentato dal Governo per favorire la diffusione e l’uso di prodotti biologici nelle scuole. “Per la prima volta – ha dichiarato il Ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina – avremo mense scolastiche biologiche certificate. Un risultato importante che si inserisce nella nostra strategia per promuovere modelli agroalimentari più sostenibili e garantire ai nostri figli un’alimentazione più sana anche nelle scuole”. (altro…)



Etichette alimentari, Caroli: lettera BEUC e Food Industry incomprensibile

mercoledì, 24 maggio, 2017

La prima sensazione che ho provato a leggere la lettera a firma di NGO, che hanno tutto il mio rispetto, e purtroppo, anche a firma dei maggiori produttori di alimenti e bevande, è stata di non aver capito il senso della lettera, perché veramente mi sembrava, e mi sembra assurda, la proposta che insieme mettono a disposizione della Commissione europea. Dopo aver riletto con calma la lettera mi sono resa conto che avevo capito il significato correttamente, ma questo mi ancora di più meravigliata e direi irritata. (altro…)



Agroalimentare, Nomisma-Caab: sostenibilità per cibo e ambiente

mercoledì, 24 maggio, 2017

Nutrire una popolazione mondiale che per la fine del secolo raggiungerà quota 11 miliardi individui. È questa la vera sfida che il pianeta dovrà affrontare nel prossimo futuro. La parola d’ordine per raggiungere questo obiettivo sembra essere una sola: sostenibilità. Da più parti si richiama il bisogno di investire nella ricerca scientifica e tecnologica per migliorare la produzione agroalimentare e ottimizzare la distribuzione ma anche per ridurne l’impatto sociale e ambientale. A questo si accompagna l’impegno per la diffusione di una vera e propria cultura della sostenibilità. (altro…)



Cibo, Coldiretti: 6 italiani su 10 hanno ridotto gli sprechi alimentari

mercoledì, 24 maggio, 2017

Sei italiani su dieci hanno tagliato gli sprechi alimentari. O almeno stanno cercando di porre un argine a questo problema. Come? Attraverso una serie di strategie che prevedono maggior attenzione alla data di scadenza e il riutilizzo in cucina degli avanzi. Così almeno afferma un’indagine Coldiretti/Ixe’ elaborata dopo l’entrata in vigore della legge 166/16 sugli sprechi alimentari. Secondo Coldiretti il ritorno in cucina degli avanzi, l’attenzione verso la data di scadenza, la richiesta della family bag al ristorante e la spesa a km zero con prodotti più freschi sono le strategie che gli italiani mettono in atto – il 58% dei connazionali – per tagliare gli sprechi alimentari. (altro…)



Green Social Economy, FederBio: rilancio dell’agroalimentare passa dal bio

martedì, 23 maggio, 2017

Sostenibile e innovativa: l’agricoltura biologica rappresenta la via per il rilancio produttivo, economico e ambientale della filiera agroalimentare italiana. (altro…)



Etichette, Casa del consumatore: “Normale la lobby tra associazioni e aziende”

martedì, 23 maggio, 2017

Continua il dibattito seguito alla pubblicazione su HC della lettera a firma BEUC-Multinazionali del Food&Beverage alla Commissione europea per accelerare la definizione delle nuove etichette nutrizionali e i claims salutisti. Interviene Giovanni Ferrari, presidente di Casa del Consumatore, l’associazione di consumatori che fa parte del membro italiano di Beuc CIE: “Complimenti al Direttore di Beuc Monique Goyens per essere riuscita a coinvolgere grandi multinazionali del food nella richiesta alla Commissione di imporre l’adozione ed efficaci indicazioni nutrizionali e sulla salute sui prodotti alimentari”. (altro…)



Slow Fish: un mare pieno di plastica. Quali rischi per la catena alimentare?

lunedì, 22 maggio, 2017

La denuncia è stata fatta a più riprese: i nostri mari si stanno riempiendo di plastica. Non solo buste intere che vengono ingerite dalle meduse, ma frammenti sempre più piccoli, microplastiche e nanoplastiche, che finiscono nel plancton e nell’intera catena alimentare marina. Con quali conseguenze? Nei pesci il risultato è impressionante – aumenta la mortalità – nell’uomo i dati tossicologici sono ancora pochi. Ma bisogna pensarci per tempo: secondo Legambiente il 96% dei rifiuti galleggianti in mare è composto da plastica (di cui il 16% sono buste) e l’89% della fauna marina rischia di ingerirla. (altro…)



TopNews / Etichetta nutrizionale, le reazioni italiane alla lettera BEUC-multinazionali

sabato, 20 maggio, 2017

Una lettera aperta con capofila BEUC, l’organizzazione europea di consumatori (per l’Italia comprende solo Altroconsumo), e sottoscritta anche da multinazionali come Nestlè, Coca Cola, Danone, Unilever e Pepsi Cola, è stata inviata al vicepresidente della Commissione europea Timmermanns, al vicepresidente Katainen e ai commissari Andriukaitis e Bienkowska. (altro…)



Spreco alimentare, Parlamento Ue: occorre una risposta coordinata

sabato, 20 maggio, 2017

Tagliare lo spreco alimentare del 30% entro il 2025 e del 50% entro il 2030; facilitare le donazioni di cibo rendere più chiare le etichette “da consumarsi preferibilmente entro” e “da consumarsi entro”. Sono queste le proposte dei deputati europei per risolvere il problema del cibo che finisce nel cestino. I rifiuti alimentari nell’UE sono stimati a 88 milioni di tonnellate, pari a 173 kg pro-capite annui. La produzione e lo smaltimento di questi rifiuti portano all’emissione di 170 milioni di tonnellate di CO2 e al consumo di 26 milioni di tonnellate di risorse. (altro…)



Editoriale. Ivo Ferrario (Centromarca): Etichette, informazione e suggestione

venerdì, 19 maggio, 2017

“L’informazione di prodotto è una questione delicata, soprattutto in tv. Ingredienti e processi produttivi sono argomenti scientifici complessi: non è facile trattarli nei tempi e con le esigenze di semplificazione richiesti da un servizio televisivo. Servirebbero profonde competenze e obiettività, ma quel che emerge da molti programmi è soprattutto la tendenza a forzare i toni per catturare il telespettatore e sostenere la share. (altro…)



Etichette nutrizionali, precisazione di Casa del consumatore

giovedì, 18 maggio, 2017
Riceviamo e pubblichiamo
Caro direttore, ti prego di rettificare il tuo articolo su HC in quanto in Beuc di membri italiani non c’è solo Altroconsumo ma anche CIE, il coordinamento di cui fanno parte Casa del Consumatore e Codici. La circostanza ti è ben nota e risulta anche sul sito di Beuc.
Grazie
Giovanni Ferrari, presidente Casa del consumatore
 
Risposta
Caro Giovanni, prendiamo atto della precisazione ma CIE in Italia non esiste e non è riconosciuto da nessuna istituzione italiana, essendo soltanto un “escamotage” per aderire al BEUC, a causa del “veto” che da sempre c’è nei confronti di una seconda associazione italiana.
Antonio Longo


Etichette nutrizionali, Cavinato (ACU): la semplificazione ragiona come marketing

giovedì, 18 maggio, 2017

“Esprimere una critica, anche tecnica al “semaforo”, è facile: quando si affronta  un qualsiasi argomento o vicenda che ha una stretta relazione con la salute umana e si ritiene che la  semplificazione informativa sia adeguata ad affrontare le questioni sollevate, significa che si ragiona con le categorie del marketing. Ad un marketing “A” si può contrapporre un marketing  “B”, ma entrambi appartengono alla stessa categoria”: così Gianni Cavinato, presidente dell’Acu, sul dibattito in corso sulle etichette nutrizionali. (altro…)



Etichette nutrizionali, Praderi (Lega consumatori): proposta delle multinazionali

giovedì, 18 maggio, 2017

“Lega Consumatori nutre rispetto al Beuc e chi lo rappresenta in Italia. Nel dibattito culturale su temi importanti quali quelli evocati dalla lettera però Lega Consumatori è su altra posizione”. Questa la prima reazione di Pietro Praderi, presidente di Lega consumatori., in risposta al documento pubblicato ieri in esclusiva da Help Consumatori, suscitando subito le reazioni delle associazioni consumatori. “Innanzitutto la mia associazione non sposerebbe mai le posizioni di multinazionali per differenza di orientamento, loro al profitto noi al servizio diretto dei cittadini consumatori”. (altro…)



OGM, Parlamento Ue: bloccare le importazioni di mais e cotone

mercoledì, 17 maggio, 2017

In due risoluzioni approvate oggi, i deputati hanno sottolineato i dubbi sollevati sia da ricerche indipendenti sia da alcuni Stati membri su alcuni prodotti OGM e reiterato la richiesta di modificare la procedura di autorizzazione degli OGM nell’UE. I deputati hanno infatti contestato la proposta della Commissione di autorizzare l’importazione di prodotti di mais e di cotone geneticamente modificati e resistenti agli erbicidi. Nel testo della risoluzione che si oppone alla commercializzazione dei prodotti contenenti mais DAS-40278-9, i deputati hanno affermato che ricerche indipendenti sollevano preoccupazioni in merito ai rischi dell’ingrediente attivo della 2,4-D in materia di sviluppo dell’embrione, difetti congeniti e interferenza endocrina. (altro…)



Cibo e tendenze, Coldiretti: lo street food piace a 1 italiano su 2

lunedì, 15 maggio, 2017

Con l’arrivo della bella stagione, dal mare alle città, si moltiplicano le occasioni per assaggiare il cibo di strada che viene acquistato da più di un italiano su due (52%). È quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè sullo street food divulgata in occasione di GNAM!, Festival Europeo del Cibo di Strada. Un fenomeno storicamente presente in Italia che sta vivendo, sottolinea la Coldiretti, una nuova stagione di successo anche grazie alle nuove tecnologie, perché concilia la praticità con il costo contenuto. (altro…)



Spreco alimentare, Fondazione Barilla: un terzo del cibo prodotto viene buttato

sabato, 13 maggio, 2017

Piatti deliziosi ottenuti dagli avanzi. Non bisogna essere uno chef per ricreare buone pietanze dal cibo rimasto in casa – in fondo lo facevano anche le nonne – ma di sicuro guardare uno chef all’opera può dare qualche spunto utile per combattere, anche fra le pareti domestico, quello spreco di cibo che ha assunto nel tempo proporzioni enormi. Ogni anno un terzo del cibo del mondo viene infatti sprecato senza neanche arrivare a tavola perché va a male in azienda, diventa immangiabile durante la distribuzione, si perde, viene gettato nei negozi, in ristoranti e in cucina. E questo ha un forte impatto ambientale e ripercussioni sociali enormi. (altro…)



Etichetta alimenti, Coldiretti e Federalimentare lanciano “Alleanza no semaforo”

sabato, 13 maggio, 2017

Un sistema di informazione “fuorviante, discriminatorio e incompleto” che si sta diffondendo in modo diverso nei diversi paesi d’Europa: così vengono definiti i sistemi di etichetta a semaforo da parte della neonata Alleanza che mette insieme industria e agricoltori. (altro…)



Settimana celiachia, Aic: falsi miti e mode che costano ogni anno 105 mln di euro

sabato, 13 maggio, 2017

Sono 6 milioni gli italiani che mangiano “senza glutine” senza essere celiaci e spendendo ogni anno 105 milioni di euro per alimenti di cui in realtà non avrebbero bisogno. Spinti da falsi miti e dalle mode di star, starlette e superstar non mangiano nulla che contenga glutine, convinti di avere benefici per la salute e per la forma fisica. (altro…)



Care Sharing: domani a Genova incontro pubblico su etichettatura alimentare

mercoledì, 10 maggio, 2017

Domani, 11 maggio, si terrà a Genova un incontro pubblico, a cura di Adoc Genova, in cui verrà tenuto un corso sull’etichettatura alimentare. Saper leggere l’etichetta di un prodotto alimentare è fondamentale per acquistare in piena consapevolezza e conoscenza. L’etichettatura permette al consumatore di poter valutare correttamente la qualità, la sicurezza e l’apporto nutrizionale di un prodotto, tarando l’acquisto sulle sue esigenze alimentari. Il corso, ad accesso gratuito, è organizzato nell’ambito del Progetto Care Sharing (realizzato da Adoc, Asso Consum, Federconsumatori e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico) e mirano ad aumentare la consapevolezza del cittadino al momento dell’acquisto di un prodotto alimentare.  L’incontro si svolgerà dalle 15.30 alle 17.30 presso S.O.C. S. MARGHERITA MARASSI Via Bracelli, 1, Genova.



Biscotti Buongrano, Barilla corregge ricetta e claim “100% farina integrale”

martedì, 9 maggio, 2017

Il Mulino Bianco riscrive la ricetta dei Biscotti Buongrano: si impegna a modifiche produttive sulla farina utilizzata e ad aggiornare il claim con cui i biscotti vengono presentati – “100% farina integrale” – chiarendo che Buongrano è preparato solo con farina integrale di frumento senza usare altri tipi di farina”. Ma cosa è successo? Barilla ha presentato una serie di impegni all’Antitrust, che aveva aperto un procedimento contestando all’azienda una pratica commerciale “idonea a fuorviare i consumatori”. (altro…)